Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sori e Rapallo a punteggio pieno. Andrea Doria perfetta in trasferta risultati

Terzo turno in Serie B con granata e gialloblù a punteggio pieno, mentre Sestri e Chiavari restano ancora a secco

Terzo turno di campionato in Serie B maschile di pallanuoto che sembra delineare in modo più chiaro gerarchie ed obbiettivi delle genovesi. Rapallo e Sori puntano in alto, Sestri e Chiavari devono cercare di ingranare, Locatelli e Andrea Doria possono essere le “schegge impazzite “ giocando con la testa libera, la consapevolezza dei propri valori e la sfrontatezza giusta per guardare negli occhi anche squadre più “esperte”.

Sori esce dalla gara contro Piacenza con una classifica migliorata ed il morale in salita visto che gli emiliani erano e saranno, avversari tosti. Gara vera, tesa che vede Sori avanti nella prima parte di gara, Piacenza che resta lì e un finale che alla fine premia i liguri, rei di non averla chiusa in tempo, ma graziato da Piacenza. Alla fine arriva una ripartenza di Penco che a pochi secondi dalla fine piazza la rete decisiva del 12-11 finale. Vittoria che da una grossa iniezione di fiducia ai granata.

Oggi contavano i tre punti. I ragazzi hanno messo tutto quello che avevano ed è quello che conta di più in questo sport. E’ stata una battaglia incredibile, ma quello che mi dà più soddisfazione è aver visto la piscina piena esultare come non mai. Il nostro obiettivo deve essere quello, avere sempre la piscina piena a tifare Sori”.

Tempo di derby fra Chiavari e Rapallo invece con i giovani verdeblù che non sono riusciti a reggere l’urto con una squadra più navigata come quella gialloblù. Bene il primo quarto con i chiavaresi che reggono e tengono, complice anche l’approccio cauto di Rapallo. Nel secondo periodo cambia invece l’atteggiamento degli ospiti che piazzano un netto 0-4 che sostanzialmente indirizza la partita. Dopo la pausa lunga Chiavari tiene bene, anche se Rapallo allunga e alla fine il tabellino dice 2-8.

Siamo stati spiazzati dalla loro partenza – analizza Pisano allenatore di Chiavari – ci aspettavamo un gioco arrembante, invece il Rapallo ha iniziato in maniera molto cauta, giocando lontano dalla porta. In quel momento noi avremmo dovuto aggredirli, cercando di imporre il nostro gioco ma non ne siamo stati capaci. Sapevamo che in attacco avremmo avuto un po’ di difficoltà in termini di costruzione della manovra offensiva e così è stato. Questo sarà il tema centrale su cui dovremo lavorare e concentrarci nell’arco dell’intero anno, cercando di curare sempre di più i fondamentali. Mi aspettavo ci fossero delle sbavatura su delle situazioni che stiamo provando in allenamento durante la settimana; per rodarci e migliorarci è naturale che ci siano momenti in cui verranno fatti errori. Dalle prossime partite, sulla carta, inizieremo ad affrontare squadre dove dovremmo fare punti. Questo campionato però è davvero strano, guardando i risultati delle altre squadre vedo che tutti se la stanno giocando”.

Torna a vincere anche la Locatelli che si impone su un Imperia molto combattivo e che cede solo negli ultimi minuti. Genovesi avanti nel primo quarto, ma i giallorossi ribaltano nettamente il parziale con un 2-5 che manda le squadre al riposo lungo sul 4-6. Locatelli che tengono nel terzo periodo per poi nell’ultimo quarto ribaltare tutto con un clamoroso 6-1che vale l’11-8 per la Locatelli che sale a quota 6 in classifica.

Altro ko per Sestri invece che non riesce a trovare i primi punti e cede a Lerici. Spezzini che prendono quasi subito le redini della gara e vanno a prendersi la posta piena.

Infine arriva la seconda vittoria e il terzo risultato utile di fila per l’Andrea Doria che in trasferta di conferma letale. Contro la Dinamica Torino la vittoria si costruisce nei primi due quarti con un primo periodo perfetto e concluso 0-2. Al rientro in vasca nuovo allungo biancoblù fino al momentaneo 0-4, poi parzialmente rimontata dai piemontesi. Al rientro dopo lo stop lungo si è sul 2-5, ma Torino dà tutto in questa frazione e rientra fino al -1. Battaglia e spettacolo nell’ultimo periodo con i locali che ci credono e ribaltano il punteggio fino al 7-6, ma è un vantaggio effimero perché i doriani in pochi minuti piazzano un controsorpasso che insieme alla prestazione maiuscola di Cardo in porta vale 3 punti pesanti.