Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sant’Eusebio discarica a cielo aperto, tra amianto, mobili e rifiuti di ogni tipo fotogallery

Il "paesello" della Val Bisagno alle prese con una vera emergenza

Genova. C’è chi lo chiamava la “Svizzera di Genova” e chi lo chiama ‘il paesello’, ma non oggi non sono in pochi ad azzardare un “la Scarpino della Val Bisagno“. Stiamo parlando di Sant’Eusebio il quartiere residenziale sulle alture di Molassana, alle prese oggi con una vera è propria emergenza, quella dell’abbandono dei rifiuti.

Ce n’è per tutti i gusti, dai mobili agli elettrodomestici, dallo ‘zetto’ alla plastica, dal ferro arrugginito all’amianto: in ogni angolo della strada un po’ più isolato o nascosto, cumuli di rifiuti, abbandonato nottetempo dai soliti ignoti. E incivili.

L’abbandono dei rifiuti non è una novità da queste parti, ma questo periodo storico sta mostrando un apice che in pochi hanno visto. Ce lo racconta un residente, che ci avvicina mentre fotografiamo il “mobilificio” abbandonato nei giorni scorsi nel parcheggio del Baiardo: “Una roba così io non l’ho mai vista, e ci abito da sempre qui”. Ci indica la scarpata dietro la ringhiera: plastica e rifiuti a non finire: “Tutta roba che finirà nel torrente, e poi in mare“.

discarica

Ma non solo. Ci segnala un nuovo abbandono in salita Sant’Eusebio, che già avevamo conosciuto per casi del genere: un carico di detriti praticamente in mezzo alla strada, tra piastrelle e sanitari. “E poi queste tegole di amianto in balia del vento – indicandoci dei sacchetti neri, oramai strappati, da cui emergono tavole di fibrocemento spezzate in più punti – son qua da mesi”, aggiunge portandosi la mano alla su bocca e naso. “Altro che virus cinese”. Inevitabile.

discarica

Come mai secondo lei? “Gente incivile, ma nessuno controlla – risponde – qua non vedo un pattuglia da mesi, eppure il problema è noto. I vigili son tutti in centro storico a sequestrare i grammi d’erba, mentre qua scaricano i quintali”. Beh, ma che centra, gli stupefacenti sono illegali… “Certo, anche l’amianto è illegale, e mortale”.

discarica

“Gesti di grave inciviltà – aggiunge il presidente del Municipio Roberto D’Avolio – e sappiamo che Amiu fa il possibile per rispondere alle segnalazioni, ma forse bisognerebbe agevolare ulteriormente i comportamenti virtuosi. Abbiamo chiesto all’amministrazione di migliorare l’accessibilità all’isola ecologica della vallata, che oggi è scoraggiante, e pensare a procedure dedicate magari anche per mezzi aziendali, i classici furgoni che ti presterebbe l’amico per darti una mano, ma che non puoi utilizzare”.