Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria-Fiorentina 1-5, disfatta senza appello per i blucerchiati risultati

La Sampdoria regala tre gol nel primo tempo senza che la Fiorentina abbia effettuato un vero tiro in porta

Genova. Una sconfitta totale, umiliante, preoccupante. La Sampdoria affonda 1-5 contro la Fiorentina. Una partita nata male e finita peggio, in cui i blucerchiati sono andati subito sotto con un’autorete e poi hanno concesso due calci di rigore con grande ingenuità, regalando tre gol alla Fiorentina che sino a quel momento non aveva mai tirato in porta. Oltre all’espulsione di Murru, l’ammonizione di Ramirez, nervosissimo, fa scattare la squalifica in vista della trasferta a Milano contro l’Inter. Ora la classifica fa di nuovo paura.

Primo tempo: una disfatta

Ranieri si affida nuovamente al rombo, con Bertolacci vertice basso di centrocampo, Thorsby e Linetty mezz’ali e Ramirez trequartista. Iachini sceglie Vlahovic e Chiesa come coppia d’attacco nel 3-5-2.

La partita comincia malissimo: un cross di Vlahovic rimbalza sulla gamba di Thorsby e la palla finisce beffardamente in rete per lo 0-1 dopo solo 8 minuti. Di male in peggio al quarto d’ora quando Ramirez tocca col braccio la palla nella propria area di rigore. Irrati va a vedere il var e assegna il calcio di rigore: sul dischetto Vlahovic non sbaglia, anche se Audero tocca ma non respinge. L’attaccante esulta in modo provocatorio sotto la Sud, pioggia di fischi e parapiglia con Murru, entrambi vengono ammoniti. È notte fonda per la Samp.

L’incubo prosegue e al 39′ è ancora il var a sancire un altro rigore per la Fiorentina, con tanto di espulsione per Murru, già ammonito, reo di aver dato una gomitata a Pezzella. Stavolta sul dischetto si presenta Chiesa, che trasforma.

Il conto dei giocatori in campo si riporta in equilibrio poco prima della fine del primo tempo: doppio giallo per Badelj.

La prima vera occasione per la Sampdoria arriva nel recupero: il colpo di testa Tonelli su calcio piazzato di Ramierez è perfetto, lo è altrettanto l’intervento di Dragowski, che dice di no anche a una deviazione di Caceres.

Ancora Sampdoria pericolosa da palla inattiva: Ramirez pesca Quagliarella sul secondo palo, il capitano vede Colley in mezzo all’area e gli regala una palla col contagiri, che il difensore spreca sparando altissimo (50′).

Secondo tempo: nessuna ripresa

Si riparte con due cambi: dentro Vieira e Jankto per un impresentabile Bertolacci e Thorsby. La Sampdoria sembra comunque incapace di reagire, anche se era difficile far peggio rispetto al primo tempo: al 51′ Quagliarella prova la conclusione al volo su lancio di Ramirez, ma il portiere viola è lesto a deviare in angolo. È ancora la Fiorentina però a creare le occasioni più ghiotte: prima Chiesa colpisce il palo esterno su una ripartenza ben condotta dai suoi (56′), un minuto dopo Vlahovic insacca la quarta rete a porta spalancata dopo che Audero era riuscito a deviare il tiro di Dalbert.

Il palo nega lo 0-5 a Chiesa (62′). Ranieri vuol far riprendere il ritmo partita a Depaoli e lo fa entrare al posto di Ramirez (67′ Depaoli). Dagli spalti parte la contestazione, non solo vocale, con il lancio di tre fumogeni in campo.

L’umiliazione è totale al 78′ con il quinto gol di Chiesa in una partita che non aveva più nulla da dire: il figlio d’arte, su assist di Lirola, trova l’angolino sotto la traversa con un destro potente e preciso. Nel finale una rete neanche troppo di consolazione: Gabbiadini di testa su cross di Colley non serve a evitare i fischi che piovono copiosi al fischio finale. Applausi solo per Iachini, che saluta la Sud mentre rientra negli spogliatoi.

Sampdoria-Fiorentina 1-5

Reti: 8′ aut. Thorsby; 19′ Vlahovic (R); 40′ Chiesa (R); 57′ Vlahovic; 78′ Chiesa; 91′ Gabbiadini

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Tonelli, Colley, Murru, Thorsby (46′ Jankto), Bertolacci (46′ Vieira), Linetty, Ramirez (67′ Depaoli), Gabbiadini, Quagliarella.

A disposizione: Seculin, Augello, Chabot, Barreto, Bonazzoli, La Gumina, Maroni, Leris, Yoshida.

Allenatore: Ranieri

Fiorentina: Dragowski, Milenkovic, Pezzella, Caceres, Lirola, Duncan (71′ Benassi), Badelj, Castrovillari (67′ Pulgar), Dalbert, Vlahovic, Chiesa (81′ Ghezzal).

A disposizione: Terracciano, Igor, Sottil, Ceccherini, Agudelo, Venuti, Dalle Mura, Cutrone,Terzic

Allenatore: Iachini

Arbitro: Irrati di Pistoia

Ammoniti: Murru, Ramirez, Colley, Depaoli (S); Vlahovic, Badelj, Duncan (F)

Espulsi: al 39′ Murru e al 44′ Badelj

Spettatori: paganti 3.253, incasso euro 56.791, 17.031 abbonati, rateo 177.402.