Quantcast
L'intervento

Revoca concessione, De Micheli: “Decisione sarà in funzione di interesse pubblico, non di consenso”

La titolare del Mit: "Stiamo provando a riscrivere le regole della sicurezza"

Savona. “Nessun passo indietro ma la decisione finale sarà ispirata all’interesse pubblico e non sarà un’operazione di consenso”. Lo ha detto il ministro alle infrastrutture e ai trasporti Paola De Micheli a proposito della revoca della concessione ad Aspi intervenendo all’inaugurazione del viadotto Madonna del Monte sulla A6 che ha sostituito quello crollato il 24 novembre a causa di una frana.

“Se ci saranno, da parte di Aspi, idee e proposte il Governo è disponibile a valutarle” ha aggiunto il ministro che ha spiegato che il rapporto tra governo e concessionario autostradale “è in evoluzione. Stiamo facendo in modo di garantire che il rapporto pubblico-privato diventi più equilibrato”. Secondo De Micheli il nuovo rapporto deve basarsi sulla presenza di uno “Stato che eserciti un ruolo di controllore e certificatore. Solo così il privato, che giustamente ha bisogno di avere un profitto, deve raggiungerlo dentro una dinamica che garantisca un altissimo livello di qualità delle infrastrutture”.

“Stiamo provando a riscrivere le regole sulla sicurezza – ha aggiunto De Micheli – È un atto di civiltà che lo Stato ha l’obbligo di fare nei confronti dei cittadini. Avere delle linee guida comuni ci permette di mettere tutti nelle stesse condizioni per capire” il livello di rischio delle infrastrutture. Il ministro ha ammesso che “le infrastrutture in Italia sono tutte vecchie. Per questo la vera sfida è realizzare un progetto che vada bene per il futuro, garantendo che tra 20 anni il lavoro fatto oggi serva a qualcosa”