Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regionali Liguria, la ricetta di centrosinistra e M5s per la sanità: “Cancelliamo Alisa e tagliamo le Asl”

Intanto però l'alleanza giallorossa resta in stallo. Pastorino: "Sarà determinante per vincere contro Toti"

Genova. Passare da cinque Asl a tre, una per Genova e due per le riviere, e investire i 50 milioni di euro così risparmiati in nuove assunzioni e turnover delle apparecchiature diagnostiche. L’alleanza in vista delle regionali resta in stallo (in settimana il M5s dovrebbe chiarire una volta per tutte le sue intenzioni a Roma), ma nel frattempo centrosinistra e Movimento 5 Stelle si portano avanti e dettano la linea comune sulla sanità, un cavallo di battaglia della prossima campagna elettorale, a prescindere dall’assetto degli schieramenti.

San Martino ospedale pronto soccorso codice rosso sanità policlinico

“La sanità ligure non funziona, abbiamo 72 milioni di deficit e una governance ferma da 25 anni”, attacca Gianni Pastorino di Linea Condivisa, autore della proposta che sarà discussa oggi alle 18 in via XX Settembre con Giovanni Lunardon (Pd), Alice Salvatore (M5s), Igor Magni (Cgil) e Michele Assandri (Anaste). Dunque cancellare del tutto Alisa, rimodulare le Asl e i distretti (che passerebbero da 19 a 8) e ottenere soldi da investire “per aumentare la qualità delle prestazioni”, sostengono i promotori, perché “in Liguria mancano 600 infermieri e 250 medici” oltre ai macchinari, “come dimostra il caso della radioterapia al San Martino”.

Stasera verranno presentati i dati della fondazione Gimbe che “classifica la Liguria all’ultimo posto tra le regioni del Nord”, spiega Pastorino. Ma a quel tavolo di confronto ci sarà anche Alice Salvatore. Che sarà anche d’accordo con Linea Condivisa, ma intende correre da sola alle regionali, forte delle preferenze ottenute online.

“Questa è la prima riga di un programma che mettiamo a disposizione percorso progressista – commenta l’ex sindacalista -. Noi presentiamo un’analisi della sanità in Liguria e invitiamo due delle forze politiche che riteniamo indispensabili a confrontarsi sulle proposte. Riteniamo che l’accordo col Movimento 5 Stelle sia determinante per vincere contro Toti e Viale, ma mentre si sta a discutere sulla faccia del candidato noi presentiamo delle proposte”.