Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Quezzi, il cavo elettrico penzola in mezzo agli alberi: “Rischiamo incendi vicino alle case”

L'intervento di Enel dopo il guasto di novembre che aveva portato la corrente a 380 volt nelle case: "Chiediamo i danni"

Più informazioni su

Genova. Un cavo elettrico ad alta tensione che penzola tra gli alberi, a mezzo metro da terra, in un terrazzamento privato. Succede sulle alture di Quezzi, in bassa Valbisagno, dove a novembre un gruppo di residenti si era trovato la corrente a 380 volt in casa dopo che un tronco si era abbattuto sulla linea, proprio in quel punto.

Generica

A denunciare la situazione dopo l’intervento dei tecnici Enel è Sandro Scotto, un residente di via del Brusato che possiede un terreno nelle vicinanze: “Il cavo pende, passa sopra un altro albero e poi passa sul palo successivo – spiega nel video inviato alla redazione di Genova24 -. Oltretutto lì c’è un altro albero incombente. La prossima pioggia con vento farà cadere di nuovo tutto”. Una riparazione sommaria che fa paura agli abitanti anche perché “quest’estate potrebbe innescare incendi, visto che passa proprio in mezzo alla vegetazione”.

Nella borgata sotto quelle fasce è ancora viva l’apprensione per quello che è accaduto tra il 23 e il 24 novembre. Una violenta tempesta aveva fatto cadere un fusto “di 22 metri”, osserva Scotto, sui cavi dell’alta tensione. Subito si era verificato un normale blackout, ma dopo qualche ora una scarica di corrente a 380 volt aveva svegliato di soprassalto gli abitanti. Elettrodomestici impazziti, guasti alle caldaie, televisori e pc bruciati. Una fiammata e sarebbe partito l’incendio.

Migliaia di euro di danni che i cittadini pretendono ora di farsi risarcire. “Enel ha già detto che non ne risponde, ma noi andiamo avanti. Ci siamo affidati a un avvocato”, comunica Annamaria Scotto, anche lei residente in via del Brusato. Perché se è vero che il terreno su cui l’albero è stato sradicato risulta privato, appare incomprensibile che in un’abitazione possa arrivare corrente ad alto voltaggio. E anche che i cavi elettrici passino a pochi centimetri da legno e foglie.