Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pro Recco Judo grande protagonista all’International Trophy Vittorio Veneto

Prima tra le società, con sei medaglie, alla competizione di Conegliano

Recco. Ottimo inizio della stagione agonistica 2020 per gli atleti junior e senior della Pro Recco Judo. Dopo il successo di Tea Patri, che alla prima prova di Gran Prix, disputatasi a Lignano Sabbiadoro domenica 26 gennaio, ha conquistato un ottimo secondo posto nella categoria fino a 57 kg, i judoka recchelini hanno preso parte al prestigioso International Judo Trophy Vittorio Veneto, giunto alla 33ª edizione.

La manifestazione, svoltasi sabato 22 febbraio al palasport Zoppas Arena di Conegliano, ha visto la partecipazione di quasi trecento società sportive provenienti da 18 nazioni.

Giornata da ricordare per gli atleti biancocelesti che centrano ben sette finali sulle quattordici categorie disputate, ottenendo sei medaglie e permettendo alla società di piazzarsi al primo posto nella classifica generale davanti al Centro Sportivo Carabinieri giunto secondo e alla Dojo Equipe Bologna terza classificata.

Medaglia d’oro per Matteo Rovegno nella categoria fino a 90 kg e per Filippo Boccotti che, nella finale 73 kg, batte l’avversario del Centro Sportivo Carabinieri Mattia Prosdocimo, cresciuto come atleta nella società di casa e quindi supportato da tutto il pubblico, in una finale davvero entusiasmante.

Medaglia d’argento per Gabriele Mancioppi (cat. 66 kg) che viene fermato in finale dall’avversario Luigi Brudetti, sempre del Centro Sportivo Carabinieri. Nella categoria fino a 66 kg, che ha visto più di 65 atleti contendersi il titolo, buone anche le prove di Luca Macrì e Simone Albarello giunti undicesimi.

Sono tre gli atleti che salgono sul terzo gradino del podio: Emanuela Campanella nella categoria 70 kg, Lorenzo Parodi (cat. 81 kg) e Mattia Atzori che si cimenta per la prima volta in una competizione importante nella categoria fino a 90 kg.

Simona Boccotti disputa la finale per il terzo posto nella categoria 57 kg ma deve arrendersi all’avversaria della Isao Okano Giorgia Gualtieri; nona nella stessa categoria Michela Piaggio.

Buona anche la prestazione di Francesco Agostino che si aggiudica tre incontri e giunge nono nella categoria fino a 81 kg.