Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Lavagnese ritrova il sorriso. Piange il Ligorna risultati

Bianconeri che escono dalla zona playout grazie alla vittoria sul Fossano. Genovesi che se la giocano con la Lucchese, ma escono sconfitti e restano ultimi

Si fa sempre più complicata la situazione del Ligorna che va ko anche a Lucca contro una delle favorite alla vittoria del torneo. Liguri che iniziano con buon piglio lasciando comunque l’iniziativa ai rossoneri che si fanno vedere con un colpo di testa di Iadaresta che passa alto sulla traversa di Bulgarelli.

Poco dopo Ferrante cicca il controllo nel disimpegno, Iadaresta si avventa sulla palla, ma Bulgarelli in uscita chiude lo specchio della porta e salva. Poco dopo la mezzora potrebbe esserci la svolta perché Corsini scappa via a Papini che lo sgambetta nettamente. Fallo poco fuori l’area di rigore e rosso diretto al toscano per interruzione di una chiara occasione da rete.

L’uomo in più, però non serve perché la Lucchese effettivamente mostra una qualità superiore ai genovesi. Cruciani impensierisce Bulgarelli con una punizione da posizione defilata che chiama alla risposta plastica l’estremo difensore biancoblù. Unico, vero squillo ospite un tiro allo scadere di Mitta in corsa dai 25 metri, palla respinta laterale.

Il gol partita arriva al 65° quando la palla va da una parte all’altra del campo per Nannelli che la crossa nel cuore dell’area genovese Iadaresta svetta e la mette sul palo opposto con un colpo di testa da vera punta. I ligornesi reagiscono prima con un tiro di Corsini, troppo centrale e debole; poi Chiarabini ci prova col tacco su un cross teso dalla destra, palla che esce abbondantemente. Ultima occasione per i rossoneri in contropiede con una bella azione personale di Bitep che chiama alla risposta Bulgarelli che evita il gol. Finisce con i toscani in festa per il primo posto ritrovato, mentre il Ligorna sprofonda all’ultimo gradino della classifica.

Tutt’altro umore per la Lavagnese che rialza subito la testa dopo il ko contro il Seravezza e si impone al “Riboli” per 2-0 sul Fossano, un risultato che ad oggi varrebbe la salvezza diretta per i bianconeri. Nucera festeggia dopo oltre un mese i tre punti quindi grazie ad una prestazione matura e fondamentale per la classifica e per il morale visto che non si sa quando si tornerà in campo.

Subito in attacco i bianconeri, per l’occasione in maglia verde. Cantatore di testa sfiora il palo, ma il gol arriva poco dopo, al 12° con Edoardo Oneto bravo a imbeccare Tripoli che si presenta davanti a Merlano e lo batte con un tiro preciso. Al 22° ancora Oneto ci prova infilandosi fra le maglie della difesa biancoblù, ma Merlano stavolta esce bene chiudendo lo specchio. Il gol arriverà al 40° quando Cantatore prende palla e da oltre 20 metri lascia partire un bolide che si infila sotto l’incrocio dei pali.

Fossano che non trova il bandolo della matassa neanche nel secondo tempo se non con sporadici attacchi. Al 50° Pagliaro prova il tiro, Scatolini risponde presente. Cinque minuti dopo Casagrande sfiora la traversa e successivamente prima Tripoli, poi Edoardo Oneto chiamano Merlano ad un doppio grande intervento.  Il Fossano ha la possibilità di tornare in gara per un fallo di Casagrande su Sangare in area. Rigore che si incarica di tirare Chiappino che spara fuori con un tiro davvero brutto. Futili gli ultimi tentativi dei piemontesi che non impensieriscono Scatolini e la Lavagnese festeggia.