Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Corniglianese tenta la fuga. La Casellese torna a fare punti risultati

Tre squadre inseguono la capolista a pari punti. In coda l’Atletico Quarto allunga sulla zona playout

Nuovo allungo della Corniglianese in Seconda categoria girone D. I neroverdi approfittano del mezzo passo falso del Mele, che non va oltre lo 0-0 con la Bolzanetese (con rigore sbagliato da Sangineto che si fa parare la conclusione da Giuli). La prima della classe trova invece una bella vittoria sul Campo Ligure che si concretizza già dopo sette minuti grazie al colpo di testa di Avogadro che su corner anticipa tutti e insacca. 

Nel secondo tempo arrivano gli altri due gol firmati da bomber Domi che al 53° fa tutto da solo e lo fa alla grande con una splendida azione personale. Al 60° il tris che chiude la gara con i campesi mai veramente in gara. 

Torna a fare posta piena lo Sporting Ketzmaja che supera la Genovese Boccadasse agganciando proprio il Mele. I gialloneri passano su punizione al 44° con Zarro e poi con Cannas all’inizio della ripresa. Insieme alle due squadre che si sono date battaglia per insidiare i primi posti si inserisce il Masone che passa sugli Old Boys Rensen. Anche qui accade tutto a cavallo fra primo e secondo tempo. Al 44° Oliva sfrutta un calo di tensione su corner della difesa arancionera e infila il gol del vantaggio. Al 50° appena rientrati è già raddoppio di Rotunno. Passano altri 5’ e la gara si chiude con la doppietta di Rotunno. Arenzanesi che rischiano l’imbarcata, ma il tiro di Galleti poco dopo si infrange sul palo. Da qui la gara si stabilizza con il risultato che si ferma sul 3-0. 

Nel contempo la Rossiglionese coglie una vittoria importante per la classifica e il morale nello scontro diretto con il Pontecarrega. Bianconeri a segno due volte, al 22° con Roggerone e al 55° con Semino. Solo al 90° arriva la rete di Salvini, ma è troppo tardi e la Rossiglionese resta a -1 dal trio di seconde e allunga proprio sui biancorossi.

Era addirittura il 26 ottobre quando la Casellese aveva racimolato il suo, finora, ultimo punto in classifica. Nell’ultima uscita può anche recriminare perché con il Granarolo la rete di Masnata al 18° viene pareggiata solamente al 95° da Barni. Due punti in più difficilmente avrebbero potuto rappresentare una via per la salvezza, ma quanto meno si torna a mettere fieno in cascina in casa Casellese e chissà che l’umore dei biancoblù non ne giovi da qui alla fine dell’anno. Per il Granarolo un rallentamento che fa allontanare la zona sicura. 

Infatti l’Atletico Quarto non sbaglia lo scontro diretto con il Carignano e vince andando a +6 sulla zona playout.  I levantini trovano il gol del vantaggio poco prima della mezzora con una botta di sinistro di Accardo. Al 41° proprio mentre si pensava che le squadre potessero andare al riposo con il minimo scarto, arriva il gol di Richelmi che svetta più alto di tutti su corner di Gatto e insacca lo 0-2.  Nella ripresa il Carignano non riesce a riaprirla e al 76° arriva la doppietta di Richelmi che in diagonale fulmina Porcu. Solo un rigore a 2’ dalla fine consente a Masiero di rendere meno amara la sconfitta.