Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

In un anno 280 minori hanno assistito a violenze in famiglia: arriva la ‘sala rosa’ per le vittime

In aumento anche le denunce per stalking e violenza sessuale

Genova. Aumentano le denunce per maltrattamenti in famiglia, quelle per violenze sessuali e per stalking. E, in un anno, sono stati 280 i minori che hanno assistito a gesti di violenza in famiglia.

Sono i dati emersi nel corso della presentazione della Stanza rosa, la sala del comando provinciale dei carabinieri di Genova dedicata alle donne e ai loro bimbi che decidono di denunciare. La stanza è stata realizzata anche grazie ai contributi del centro “Per non subire violenza onlus”, dell’associazione “La via dei colori onlus”, della Regione, dei Comuni di Genova e Recco.

Si tratta di due locali: uno dove la donna parla con un operatore, l’altra dove nel frattempo i figli possono giocare. “La gestione dei reati di genere – ha spiegato il comandante provinciale Gianluca Feroce – è affidata a personale dell’Arma che si è formato nell’Istituto superiore di tecniche investigative, con altissima competenza e professionalità.

“Occorre che tutti gli operatori – ha sottolineato il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi – agiscano con tempestività e non in modo meccanico. Creare dei pool dedicati ai reati di genere consente di intervenire tempestivamente e con le misure più adeguate”.

Dall’entrata in vigore del codice rosso (tutela le donne che hanno subito violenza), nell’agosto 2019, i procedimenti iscritti in procura per maltrattamenti sono passati da 196 a 331, le violenze sessuali da 52 a 90 e i casi di stalking da 84 a 165. “Fondamentale anche il lavoro dei centri antiviolenza, da cui sono passate 5131 donne dal 2015 a oggi – ha spiegato l’assessore regionale Ilaria Cavo – e i percorsi di formazione fatti dalla Regione. Sono tutti tasselli fondamentali per combattere questo fenomeno”.