Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Ligorna si rilancia nella corsa alla salvezza: vittoria 1 a 0 sul campo del Vado risultati

Nelle fasi centrali del secondo tempo Mancini entra e la risolve

Più informazioni su

Vado Ligure. Tra le sei società liguri che quest’anno prendono parte al campionato di Serie D, solamente due sembrano poter dormire sonni tranquilli riguardo alla permanenza nella categoria. Le altre quattro sono a rischio, al punto che si trovano tutte nelle ultime sette posizioni della classifica.

Tra di esse ci sono Vado e Ligorna, oggi di fronte al Chittolina per uno scontro che, pertanto, riveste notevole importanza nella lotta per la salvezza. I rossoblù, quartultimi con 21 punti, ricevono i genovesi che, con 18 punti, occupano l’ultima piazza. All’andata era finita a reti inviolate.

La cronaca. Il Vado, sulla cui panchina siede Marco Iovine al posto dello squalificato Luca Tarabotto, si schiera con Illiante, L. Casazza, Dagnino, Terzoni, Castaldo, Guarco, Tomasini, Gallo, Bruschi, Varela, Rotulo.

Pronti a subentrare Faggiano, Tona, Pittaluga, Redaelli, Alberto, Cassata, Casazza, Alessi, Piacentini.

Il Ligorna, guidato dal giocatore Matteo Gallotti, si presenta con Bulgarelli, Danovaro, Capotos, Castellano, Ferrante, Gulli, Zunino, Pondaco, L. Vallerga, Chiarabini, Corsini.

A disposizione Atzori, Mancini, Gobbi, Mitta, Lala, Marella, Bennati, Cristiani, Gallotti.

Dirige l’incontro Daniel Cadirola della sezione di Milano, assistito da Andrea Perali (Chiari) e Simone Asciamprener Rainieri (Milano).

Il Vado prova a fare la partita, ma attacca in maniera troppo frenetica e piuttosto confusionaria, finendo col cercare la giocata forzata. Si segnala un buon pallone servito da Bruschi a Dagnino che calcia sul portiere, poi Varela prova la girata ma manda a lato.

Il Ligorna appare più incisivo, in particolare sulla fascia sinistra con Gulli, difficile da contenere. Lo stesso Gulli chiama Illiante ad una parata non facile; l’azione prosegue e il portiere rossoblù respinge una botta ravvicinata di Chiarabini.

Corsini salta Guarco e fa partire un diagonale pericoloso che Illiante riesce a respingere.

I rossoblù hanno una buona occasione con Varela, il cui colpo di testa termina di poco alto sopra la traversa.

Al 43° buona opportunità per gli ospiti in ripartenza; ci pensa Illiante a salvare il risultato.

Si conclude sullo 0 a 0 un primo tempo equilibrato. Prevale la paura di scoprirsi troppo e andare sotto, complice l’importanza della partita.

Nel secondo tempo, al 6°, Tarabotto si gioca la carta Alessi che prende il posto di Terzoni, rendendo la squadra più offensiva.

Gallotti al 18° cambia due uomini: entrano Mancini e Lala, escono Pondaco e Vallerga.

Al 21° il Ligorna si porta in vantaggio: iniziativa di Corsini che sfugge tra le maglie vadesi, palla in mezzo per il neo entrato Mancini che controlla e con un rasoterra infila la sfera alla sinistra del portiere. 0 a 1. Nel Vado subito dentro Piacentini, al posto di Bruschi.

Al 36°, tra gli ospiti, entra Gobbi per Corsini. Tra i vadesi al 42° Marmiroli sostituisce Castaldo.

Il Vado non riesce a reagire; si annota solamente un colpo di testa di Varela che non crea problemi a Bulgarelli.

Al 42° si accende un battibecco con vari protagonisti; ne fa le spese Iovine, espulso.

L’arbitro assegna sette minuti di recupero. Al 45° Gallo si vede mostrare il secondo cartellino giallo: espulso.

L’incontro finisce 1 a 0 per i genovesi, che tornano al successo dopo sette giornate di astinenza e si rilanciano nella lotta per la salvezza.

Nelle retrovie, oltre ai vadesi, solamente la Fezzanese ed il Verbania, ora ultimo, hanno perso. Bra e Lavagnese hanno ottenuto un punto; il Ghivizzano Borgoamozzano ha nuovamente vinto.

Ora il Ligorna è penultimo proprio alla pari con il Vado; un punto sotto c’è solamente il Verbania. La posizione che vale la salvezza diretta, occupata dalla Fezzanese, dista 5 lunghezze.

Domenica 16 febbraio il Ligorna ospiterà il Borgosesia.