Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Begato ferma la corsa dell’Apparizione e riapre il campionato risultati

Il Pieve sale a -2 dalla vetta. Si interrompe la fuga della capolista. In coda vince il Crocefieschi

Si riapre il campionato di Seconda categoria girone C. A farlo è il Begato che non lotta per i vertici, ma semmai per raggiungere quanto prima una salvezza senza sorprese. I bianconerazzurri superano di stretta misura l’Apparizione che interrompe così una serie positiva iniziata a metà dicembre. Eroe di giornata del Begato è Marcenaro che riceve una sponda da Badij e da due passi non può sbagliare. Domenica no per le punte dell’Apparizione che non vanno oltre un palo colpito da Bojang.

Ne approfitta il Pieve che torna a vincere nel momento giusto grazie al 3-1 con cui si impone con il fanalino di coda Bavari. Pieve che fatica più del previsto ed anzi al 70° va sotto per un calcio di punizione splendido di Priano che illude il Bavari. La risposta dei locali è di Filippone che dieci minuti dopo ristabilisce la parità e dopo altri due giri di lancette ancora lui ribalta tutto. Il Bavari crolla qui e l’esordiente Galluccio piazza il tris che vale il -2 dal primo posto.

Rallenta invece l’Atletico Genova che viene bloccato sul pari dal Vecchio Castagna desideroso di dire la sua ai piani alti e in ottima forma. Atletico che ha il merito di sbloccarla praticamente subito con Petracca autore di una punizione perfetta dopo 4’. La replica dei gialloblù non si fa attendere ed all’8° Bardini calcia dal limite, deviazione di un difensore e palla che beffa il portiere. Alla mezzora il Vecchio Castagna la ribalta con un rigore che Russo trasforma con freddezza.

Nel secondo tempo subito in avanti l’Atletico e dopo 10’ ecco il secondo rigore di giornata, per i rossoblù stavolta. Dal dischetto va Bocchiardi che non sbaglia ed è 2-2. La gara non ha finito di regalare emozioni perché i gialloblù si rianimano e spingono forte e al 65° ancora Russo infila Postiglione con un tiro potente e preciso poco fuori l’area. La gara viaggia su ritmi bassi, e allora arriva un tiro da fermo ancora una volta a modificare il risultato. Petranca di nuovo su punizione beffa il portiere ed è 3-3. Nel finale espulso Sangerardi, ma il parziale non cambia.

Vittorie pesante del Crocefieschi e supera il Lido Square che perde quindi terreno rispetto alle prime e scivola al quarto posto. I blucelesti invece allungano sulle ultime due e tornano a credere in una salvezza non necessariamente tramite gli spareggi.

Caviglione apre le marcature al 10° e sullo 0-1 si va al riposo. Gli ospiti non riescono a chiuderla e Ruffa prende per mano il Lido andando a siglare una doppietta in dieci minuti la ribaltano. A questo punto solitamente il Crocefieschi collerebbe, ma invece no. Pistoia riporta in parità il parziale al 75° e Traverso la mette all’86° per il definitivo 2-3.

Vittoria che sa di salvezza per il Borgo Incrociati contro il Montoggio. È vero che mancano ancora molte settimane prima della fine del campionato, ma i 28 punti dei rossonerogialli consente loro di giocare con maggiore tranquillità potendo anche sognare perfino un posto fra le “big”. A Montoggio arriva un poker che vale 10 punti di vantaggio sulla zona playout.

I locali nonostante il vantaggio di Sabri Anas dopo un quarto d’ora, vengono recuperati e superati già nel primo tempo grazie a Segalerba e Prestanizzi. Nel secondo tempo un calcio di rigore di Barbieri consente agli ospiti di allungare. Al 70° Gulluni completa l’opera con il tiro che vale l’1-4. Per il Montoggio poi va registrato il calcio di rigore tirato fuori da Sciutto all’80°. 

Vince in trasferta anche il Voltri 87 che inguaia il Cornigliano. Anche qui la vittoria è di rimonta. Gol di Basurto al 10°, ma è l’unico vero squillo verde ero. Al 40° una punizione di Bianchi si stampa sulla traversa. Tre minuti dopo Rittore invece in mischia non sbaglia scaraventando la sfera alle spalle di Consigliere. Si va al riposo sull’1-1 e nella ripresa il Voltri costruisce in maniera più efficace fino a che al 60° Fedri incrocia e buca Consigliere per il raddoppio ospite che sarà decisivo, anche se il Cornigliano troverebbe anche il gol del pareggio, ma l’arbitro annulla perché la sfera durante l’azione era uscita oltre la linea.

Infine il Davagna mette in cascina altri tre punti grazie alla vittoria casalinga sul Ravecca. Biancorossi che passano al 26° con Ghigo. Il raddoppio arriverà al 47°. Ospiti che la riaprono ad un quarto d’ora dal termine con Neira, ma si fanno prendere dalla smania di andare a pareggiarla e vengono infilati da Cirillo due minuti dopo, al 77°. Nel finale espulso Rebizzo del Davagna.