Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa, gol e spettacolo a Sassuolo, ma la tripletta di Bianchi non basta

Il Genoa primavera KO a Sassuolo, dopo essere stato due volte in vantaggio. Prosegue il periodo difficile per la squadra di Chiappino.

Genova. Ancora una sconfitta per il Genoa primavera di Chiappino, questa volta a opera del Sassuolo. I neroverdi compiono un’impresa di rimonta e, al termine di una gara spettacolare, incassano tutti i punti in palio.

Il Genoa era sceso in campo con Drago, Piccardo, Ruggeri (38’st Lisboa Da Silva), Serpe, Rovella, Rizzo, Buonavoglia (20’st Cleonise), Eyango (44’st Cenci), Bianchi, Besaggio, Moro (38’st Diakhatè).

La sconfitta rimette in discussione la corsa playoff. A farlo, in verità, è soprattutto il periodo difficilissimo per il Genoa, reduce da mesi con pochissimi punti raccolti. Gli equilibri di inizio stagione, quando la società rossoblù veleggiava ai primi posti della classifica, si sono rotti. Da capire come ripararli.

Prime occasioni per Bianchi al 4′ da ua parte, per Pilati all’11’ dall’altra. Il Genoa tiene maggiormente il campo nel primo quarto d’ora e sfiora di nuovo il vantaggio con Bianchi, che centra un palo.

I rossoblù passano in vantaggio al ’24. Piccardo la mette in mezzo dalla destra e trova il solito Bianchi, che insacca con precisione. Il Sassuolo, però, si scuote e si lancia subito in avanti. Al 30′ arriva così il pareggio: Drago si lascia beffare da un bel tiro di Artioli, che insacca tra le sue gambe.

Solitamente un pareggio così immediato avrebbe bloccato il Genoa. I Grifoncini, invece, proseguono l’attacco e Bianchi, al 39′, trova il gol del nuovo vantaggio. Suo il tiro dal limite che trafigge Russo, impotente.

Si va al riposo con il Genoa avanti 1-2 e il secondo tempo vede i padroni di casa cercare nuovamente il pareggio. Il Sassuolo lo trova grazie a un rigore per un fallo di Drago su Pellegrini: Ahmetaj spiazza il portiere rossoblù ed è 2-2.

Qui il Sassuolo cresce nettamente: vicino al vantaggio con Oddeei tre minuti dopo, al 67′ c’è un caso da gol line technology, che però in Primavera 1 non è presente e lascia invariato il risultato. Cinque minuti dopo Bianchi sbaglia un passaggio decisivo per Cleonise e vanifica una bella operazione d’attacco.

Al ’75 l’arbitro sancisce un secondo rigore per il Sassuolo, a causa di un fallo di Serpe su Pellegrini. È lo stesso Pellegrini a trasformare e a portare in vantaggio il Sassuolo.

Passano due minuti, però, ed ecco un tero rigore. Questa volta per il Genoa. Bianchi dal dischetto non sbaglia e sigla la sua tripletta personale.

La gara potrebbe quasi scivolare verso la fine, ma l’agonismo è alto. Il Sassuolo si lancia in avanti e ottiene un calcio d’angolo. Sul cross che ne segue, Aurelio salta più alto di tutti e insacca alle spalle di Drago. È il gol decisivo e il risultato non si muoverà più.

Il Genoa tenta l’ultimo assalto, ma è vano. I tre punti rimangono a Sassuolo, mentre la classifica del Genoa è in bilico. Ottimi i tre gol di Bianchi e grande carattere della squadra, ma manca ancora qualcosa.