Quantcast
Spaventoso

Frecciarossa deragliato a Lodi, due morti e 27 feriti. Toti: “Si faccia chiarezza sulla tragedia”

Deceduti i due macchinisti, nessuna ripercussione sul traffico ferroviario in Liguria

Genova. “‪Dolore per la notizia del Frecciarossa deragliato a Lodi. Una preghiera per le famiglie dei due macchinisti, morti mentre svolgevano il loro lavoro, e un pensiero ai passeggeri rimasti feriti. Milioni di italiani viaggiano ogni giorno sui treni e meritano che si faccia al più presto chiarezza su una tragedia senza senso come questa. Grazie di cuore ai soccorritori che in queste ore stanno facendo un lavoro straordinario”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

Stamattina un treno ad alta velocità Milano-Salerno è deragliato sulla linea alta velocità nei pressi di Livraga, in provincia di Lodi: due i morti, entrambi ferrovieri, 27 i feriti. Il treno è il primo del mattino partito dalla stazione Centrale di Milano alle 5.10. Al momento dell’incidente a bordo c’erano 28 passeggeri in tutto, oltre al personale di Trenitalia.

”Poteva essere una carneficina”, ha detto all’Ansa il prefetto di Lodi Marcello Cardona. I macchinisti deceduti sono G.C., di 51 anni, e M.D.C., di 59. Nel bilancio definitivo ci sono due codici gialli e 25 codici verdi. Il ferito in condizioni più gravi rispetto agli altri coinvolti, in codice verde o giallo, è un pulitore delle ferrovie, quelli che si trovano generalmente a disposizione dei passeggeri. L’uomo non sarebbe comunque in pericolo di vita.

La motrice del convoglio, dopo essere sviata dai binari, sarebbe uscita completamente dalla sede finendo prima contro un carrello o qualche mezzo analogo che si trovava su un binario parallelo, e poi contro una palazzina delle ferrovie, dove ha terminato la sua corsa. Il resto del convoglio avrebbe invece proseguito la corsa ancora con la seconda carrozza che ad un certo punto si sarebbe ribaltata. Una delle cause del deragliamento del Frecciarossa potrebbe essere stato un problema a uno scambio.

Ritardi e cancellazioni. Dalle 5.30 la circolazione sulla linea AV Milano – Bologna è sospesa. I treni sono istradati su percorso alternativo tra Milano e Piacenza con maggior tempo di percorrenza di un ora. Nessuna ripercussione sulla rete ligure.

“Milioni di italiani viaggiano ogni giorno sui treni e meritano che si faccia al più presto chiarezza su una tragedia senza senso come questa. Grazie di cuore ai soccorritori che in queste ore stanno facendo un lavoro straordinario”, ha concluso Toti

Più informazioni