Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Edilizia popolare, Regione Liguria trova i fondi per riqualificare 200 appartamenti

Le prime case saranno disponibili già dalla prossima estate per la consegna alle persone che ne hanno diritto

Genova. Oltre 200 nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica, in 47 comuni, che si vanno ad aggiungere alla programmazione ordinaria e che, entro il 2020, potranno essere consegnati alle persone che ne hanno diritto, grazie al recupero e alla riqualificazione di alloggi sfitti. È questo il piano straordinario messo in atto dalla Regione Liguria per dare una risposta concreta all’emergenza abitativa del nostro territorio.

Un piano al quale state destinate risorse per oltre 3,4 milioni di euro del Fondo strategico regionale a cui si aggiunge una quota di cofinanziamento delle Arte liguri per complessivi 3,6 milioni di euro. Fondi che saranno impiegati per lavori di ristrutturazione finalizzati al recupero di alloggi sfitti, lavori di abbattimento delle barriere architettoniche oppure di smaltimento dei materiali nocivi, sostituzione del manto, copertura e tinteggiatura.

“Si tratta di una risposta senza precedenti alle reali esigenze dei cittadini – sottolinea  il presidente della regione, Giovanni Toti – improntata alla concretezza, con un occhio di riguardo verso chi si trova in difficoltà. Questo investimento dimostra ancora una volta l’attenzione di questa amministrazione verso il tema del diritto alla casa”.

I primi appartamenti saranno disponibili già dalla prossima estate per la consegna alle persone che ne hanno diritto. “La ricerca di soluzione efficaci al disagio abitativo – ha spiegato l’assessore Marco Scajola – è stata fin dal nostro insediamento una priorità e siamo soddisfatti di poter fornire risposte concrete. Basti pensare che dal 2015 ad oggi il lavoro fatto ci ha consentito di recuperare 2125 alloggi sfitti in tutta la Liguria”.

Investimenti rilevanti sulle politiche abitative che consentono di realizzare importanti interventi di recupero e ripristino degli alloggi. “In questo modo possiamo agire attivamente – conclude l’assessore alle Politiche della casa e housing sociale Pietro Piciocchi – sul miglioramento della qualità della vita delle persone più fragili economicamente e dei quartieri”.