Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

E’ morto il presidente di Coop Liguria Francesco Berardini

Le esequie si celebreranno lunedì 3 febbraio alle 11e30 al tempio laico del cimitero di Staglieno, a Genova

Genova. E’ morto la notte scorsa all’eta di 72 anni Francesco Berardini, presidente di Coop Liguria, storico dirigente del gruppo della grande distribuzione e una fra le figure più influenti e significative nel mondo economico e politico ligure e non solo.

Dopo nove anni alla vicepresidenza, nel 2008 Francesco Berardini, noto a tutti come Franco. era stato nominato a capo di Coop Liguria dopo il ritiro dalla carica di Bruno Cordazzo, scomparso nel 2012. Carattere schietto, instancabile e competente, era laureato in Economia politica all’Università di Genova. Berardini è entrato nel mondo cooperativo nel 1982 come presidente dell’associazione delle cooperative di produzione lavoro in Legacoop Liguria.

Nella sua carriera aveva ricoperto, prima, diversi incarichi nel mondo sindacale, in particolare nella Cgil, dal 1972 al 1982. Ma da quel momento è sempre stato impegnato nell’ambito cooperativo e più recentemente in quello bancario e assicurativo. Dal 2010 a gennaio 2014 è stato vice presidente di Unipol Assicurazioni e consigliere di Unipol dal 2009.

Punto di riferimento per tutto il gruppo dirigente, per i soci, per il personale e per tutto il movimento cooperativo, lascia la moglie Marina e il figlio Andrea, attorno ai quali si stringe con immenso affetto tutta Coop Liguria. Le esequie si celebreranno lunedì 3 febbraio alle 11e30 al tempio laico del cimitero di Staglieno, a Genova.

“Grande dolore dal punto di vista umano e personale – afferma il presidente regionale di Legacoop Liguria Mattia Rossi -. Per noi è sempre stato un esempio da seguire. Lascia un grande vuoto nel movimento cooperativo: Berardini ha guidato la Coop in momenti difficili e di crisi, ottenendo lo stesso grandi risultati e successi, accrescendo sempre di più i suoi valori costitutivi”.

“Molto preciso e attaccato al lavoro, sempre prodigo di consigli e indicazioni utili. Lo ricordo come una persona simpatica, scherzosa, autoironica, la sua era solo una durezza apparente, di facciata, in realtà aveva grandi doti umane oltre che professionali. Mancherà a tutti noi” conclude Rossi.

“Esprimo il mio più sincero cordoglio per la scomparsa di Francesco Berardini, uomo di grande intelligenza e cultura. Alla sua famiglia le più sincere condoglianze a nome della Giunta regionale”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, appresa la notizia della scomparsa.

“Con Franco Berardini – afferma Igor Magni, segretario generale Camera del Lavoro di Genova – se ne è andato un pezzo importante della recente storia economica della nostra città. È stato il protagonista dei successi di Coop Liguria, grazie anche al fondamentale impegno dei lavoratori e del gruppo dirigente. È stato in passato anche un importante dirigente politico e sindacale lavorando proprio per la nostra organizzazione. Alla sua famiglia e a Coop Liguria vanno le condoglianze e la vicinanza mie personali e della Camera del Lavoro metropolitana di Genova”.

Anche il segretario generale della Cisl Liguria Luca Maestripieri e il segretario regionale della Fisascat Cisl Silvia Avanzino esprimono sincero cordoglio per l’improvvisa scomparsa di Francesco Berardini, presidente di Coop Liguria. “È stato per molti anni, prima come vice presidente e poi come presidente, una controparte leale e determinata insieme alla quale abbiamo costruito importanti accordi sindacali aziendali. Ha saputo guidare l’azienda nei suoi momenti più difficili, nel momento della crisi dei consumi e della città”.

“La scomparsa prematura del presidente di COOP Liguria Francesco Berardini ci addolora e ci coglie di sorpresa. Berardini lascia un vuoto enorme, è stato un autorevole presidente di una grande cooperativa, attento al valore del lavoro e al sociale, ha saputo essere punto di riferimento per per tutti coloro che credono nella responsabilità sociale d’impresa”, affermano Paolo Andreani, segretario generale aggiunto Uiltucs e Riccardo Serri, segratario generale Uiltucs Liguria.

Dal Pd di Genova e Liguria le parole: “Grande protagonista della vita economica e sociale genovese e ligure, uomo di acuta intelligenza, la sua lunga esperienza di cooperatore lo ha portato a coltivare un’idea di impresa in cui efficienza e responsabilità sociale vanno di pari passo. Grazie alle sue capacità umane e professionali è diventato uno dei dirigenti cooperativi più stimati in Italia. Alla famiglia vanno le nostre più sentite condoglianze”.