Coronavirus, tenda anti-contagio al pronto soccorso del San Martino - Genova 24
Sicurezza

Coronavirus, tenda anti-contagio al pronto soccorso del San Martino

La struttura servirà a mettere in sicurezza il triage dell'ospedale

Generica

Genova. Una tenda di pre-screening sarà allestita nelle prossime ore nel parcheggio del pronto soccorso del San Martino di Genova.

La misura, la prima in Liguria, servirà a rendere più sicuro il triage dell’ospedale, onde evitare eventuali diffusione di virus da pazienti in arrivo presso la struttura sanitaria.

“È la risposta a un’eventualità che non dovrebbe accadere – ha sottolineato Toti nella conferenza stampa di questa mattina – ma siccome qualcuno può essere preso dal panico e andare al pronto soccorso anziché chiamare il 112 in questo modo riduciamo il rischio per gli altri”.

Una soluzione del genere era già stata adottata durante i lavori di smantellamento della nave Concordia, per evitare appunto contaminazioni per eventuali ferimenti durante le operazioni di cantiere.

leggi anche
2 gennaio 2017, caos nei pronto soccorso
Prevenzione
Coronavirus, appello di Toti e Bucci: “Chi arriva dalle zone del contagio chiami subito il 112”
savona scuole
Provvedimenti
Coronavirus, oltre 40 persone in isolamento in Liguria: “Stiamo valutando la chiusura delle scuole”
Sedi istituzionali e palazzi e piazze simbolo della città
Contromisure
Coronavirus, l’università di Genova chiude: “Lezioni sospese per una settimana”
Sampdoria-Inter
Emergenza
Coronavirus, rinviata Inter-Sampdoria: “Stop attività sportive nelle aree del contagio”
Generica
Decisione
Coronavirus, la Liguria chiude tutto anche senza contagi: “Prevenire è meglio che curare”
Conoscere il coronavirus
Domande e risposte
Coronavirus, cosa chiude e cosa no in Liguria: facciamo chiarezza sull’ordinanza della Regione
metropolitana stazione brin
Precauzione
Disinfezione su treni e metro, pulizia sui bus: le misure anti coronavirus per il trasporto pubblico
Generica
Dopo 4 mesi
Coronavirus, smontata la tenda del pre-triage al San Martino: “Stiamo uscendo da questo incubo”