Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, secondo caso accertato in Liguria: questa volta nello spezzino

Si tratta di un uomo di 64 anni arrivato da Codogno. In quarantena i parenti. Al momento oltre 320 persone sono in sorveglianza attiva

Più informazioni su

Genova. Dopo la turista lombarda ad Alassio, un’altra persona è stata trovata positiva al test per il coronavirus. Si tratta di un uomo di 54 anni, proveniente da Codogno e in vacanza a Pignone, ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Sant’Andrea della Spezia in buone condizioni.

Lo ha riferito il presidente della Regione Giovanni Toti: “Ci sarà il secondo tampone dopodiché la vidimazione nazionale, ma abbiamo ragioni per ritenere che sia un caso confermato. Stiamo ricostruendo la catena epidemiologica”.

E’ stata emessa un’ordinanza sindacale per i familiari del paziente ricoverato al Sant’Andrea affinché rimangano in isolamento obbligatorio presso le loro abitazioni, dopo la quarantena a cui si sono volontariamente sottoposti una decina di suoi colleghi. L’ordinanza del sindaco del Comune di Pignone Ivano Barcellone è stata preventivamente condivisa dall’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone e da Alisa che stanno accompagnando tutta la struttura comunale nella gestione dell’emergenza.

Al momento in Liguria è in atto da parte delle strutture sanitarie e della task force di Alisa sull’emergenza Coronavirus una sorveglianza attiva su 325 persone, 25 nella Asl 1, 165 nella Asl 2 – dove si trovano gli alberghi interessati ad Alassio, 40 nell’asl 3 genovese, 33 nell’asl 4 del Tigullio e 85 nell’asl 5 spezzina. Si trovano tutti in isolamento.

Oggi sono stati effettuati altri 5 tamponi, risultati negativi. Ma c’è attesa per altri 3 tamponi su ospiti delle strutture alberghiere di Alassio.