Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, in una lettera ai sindaci della Liguria indicazioni su come affrontare eventuali casi

Iniziativa che vede la collaborazione di Alisa e Anci. L'assessore alla Sanità Viale: "Serve la massima prudenza per evitare il rischio di contagi"

Più informazioni su

Genova. “Assieme ad Alisa e ad Anci si sta predisponendo una lettera ai sindaci liguri, per fornire loro tutte le informazioni necessarie ad affrontare eventuali criticità in modo tempestivo e con la massima prudenza”. Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale, che, nell’ambito del coordinamento con la task force costituita in Alisa, è in stretto contatto con le amministrazioni locali e i medici di medicina generale, attraverso le loro rappresentanze.

“Siamo in contatto con Anci – spiega l’assessore Viale – per fornire a tutti i nostri sindaci le indicazioni su come affrontare eventuali criticità legate all’emergenza coronavirus. Anche con i medici di medicina generale si sono attivate delle modalità operative, d’accordo con le loro rappresentanze. Nel frattempo consigliamo a tutti i cittadini di attenersi alle raccomandazioni del ministero che si trovano anche sul sito e sui canali social di Regione Liguria”.

“Finalmente – conclude l’assessore – anche a livello nazionale la misura della quarantena volontaria è stata estesa anche agli adulti che rientrino dalla Cina, così come richiesto dalla Liguria in sede di Conferenza delle Regioni. E questa è la raccomandazione che rivolgiamo a chiunque rientri da quel paese. Serve la massima prudenza per evitare il rischio di contagi. In ogni caso – conclude Viale – per qualsiasi situazione di dubbio o potenziale pericolo, l’invito è di non recarsi in Pronto soccorso, ma telefonare al numero unico europeo 112 per la presa in carico di ogni singolo caso”.