Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, disdette a raffica negli alberghi in Riviera: allarme per i lavoratori del turismo

L'assessore regionale Berrino scrive ai ministri Catalfo e Franceschini per ottenere misure straordinarie

Più informazioni su

Genova. Le criticità che si stanno verificando a seguito dell’emergenza coronavirus e a seguito dell’incontro avvenuto ieri con le parti sociali hanno indotto l’assessore regionale al lavoro e al turismo Gianni Berrino a scrivere ai ministri Nunzia Catalfo e Dario Franceschini per chiedere interventi immediati.

“Al ministro del lavoro – spiega Berrino – ho chiesto che venga consentito l’accesso agli ammortizzatori sociali ordinari e straordinari, in deroga alle norme vigenti anche per chi non ne ha diritto, ai dipendenti delle imprese che subiscono una contrazione della propria possibilità produttiva. In particolare penso ai lavoratori delle piccole imprese e dei settori del commercio, del turismo e dei servizi che in Liguria stanno registrando già in questi giorni un rilevante impatto negativo sul reddito a causa del coronavirus“.

L’attuale emergenza sanitaria impatta a livello nazionale e produce effetti di particolare sofferenza per il comparto turistico già provato dal crollo del ponte Morandi e dalle devastanti recenti mareggiate. In Liguria, in particolare, si registrano importanti percentuali di disdette delle prenotazioni nelle strutture ricettive e di arrivi e presenze turistiche rispetto al 2019.

“La commissione turismo della Conferenza delle regioni del prossimo 3 marzo ha inserito l’argomento nel proprio ordine del giorno – precisa Berrino – ma per anticipare i tempi ho chiesto al ministro Franceschini e al Governo di adottare con urgenza gli atti straordinari necessari senza i quali si pone a repentaglio anche la sola sopravvivenza del comparto turistico ligure”.