Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, aperta un’inchiesta sulle mascherine e disinfettanti a prezzi shock

Assoutenti intanto chiede un intervento del ministero dello sviluppo economico per la creazione di un paniere di prodotti a prezzo calmierato

Più informazioni su

Genova. Mascherine chirurgiche e gel igienizzanti a prezzi esorbitanti, venduti al 1000% del loro costo di mercato: e da una parte le associazioni di consumatori chiedono l’intervento del governo, dall’altra si muove la magistratura. La Procura di Milano sospetta che ci sia qualcuno che stia facendo opera di sciacallaggio incettando mascherine e disinfettanti per poi venderli a prezzi esorbitanti via internet approfittando dell’apprensione causata dalla diffusione del Coronavirus.

Il reato di “manovre speculative su merci” prevede la reclusione da sei mesi a tre anni e la multa da 516 a 25.822 euro. Un esempio? Una confezione di mascherine da 50 pezzi, normalmente vendute a circa 8 euro, su Ebay “vanno via” per 69 euro, pubblicizzate con riferimento esplicito a Coronavirus 2019 e Influenza.

Intanto il presidente di Assoutenti Furio Truzzi ha scritto oggi ad Alessia Morani, presidente del CNCU e sottosegretario al Ministero dello sviluppo Economico, per richiedere un intervento urgente da parte del governo sulla questione degli aumenti di prezzo. “Siamo senza parole di fronte al puro sciacallaggio” spiega Truzzi.

Per contrastare il fenomeno altre associazioni dei consumatori hanno annunciato imminenti azioni legali sicuramente utili e tuttavia Assoutenti ritiene invece prioritaria la definizione – attraverso specifico decreto – di un paniere di beni “anti-coronavirus”, immune da qualsivoglia rincaro fino al termine della presente emergenza.