Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

CDM Futsal Genova trasformata: Catania battuta 5-3 con una prestazione autorevole risultati

Le reti di Simone Foti, Sergio Jimenez Keko, Eriel Pizetta ed una doppietta di Luiz Ricardo Andrade Zanella firmano il quarto successo in Serie A

Asti. Entra nell’ultimo terzo del suo cammino il massimo campionato italiano di calcio a 5. Le otto formazioni candidate a disputare i playoff scudetto appaiono già piuttosto ben delineate; Mantova e Pescara sembrano destinate al “limbo” che non porterà né alla gloria né al pericolo.

Per quanto riguarda la zona retrocessione, sono sei le squadre che si contenderanno i due posti che permetteranno di rimanere in Serie A, uno attraverso la salvezza diretta e l’altro tramite lo spareggio playout. Tra di esse c’è la CDM Futsal Genova, precipitata all’ultimo posto.

I biancoblù, da una ventina di giorni affidati alla guida di Milton Gomes Vaz, con il nuovo tecnico hanno offerto una buona prova ad Eboli, cedendo di misura alla quotata Feldi. Questa sera sono chiamati ad affrontare la quotata Catania, altra formazione che, con ogni probabilità, giocherà i playoff.

La partita si gioca ad Asti, dato che, al martedì sera, come già accaduto in passato, il palasport di Varazze non è disponibile.

La cronaca. Entrambe le formazioni dispongono di tredici effettivi. La CDM Futsal Genova può contare sui portieri Yuri Pozzo, Raffaele Lo Conte e sugli uomini di movimento Andrea Lombardo, Simone Foti, Andrea Ortisi, Matteo Piccarreta, Joao Vitor, Eriel Pizetta, Luiz Ricardo Andrade Zanella, Sergio Jimenez Keko, Michael Rivera, Juanillo, Renan Pizzo.

La Meta Catania Bricocity guidata da Salvatore Samperi può disporre dei portieri Thiago Perez, Daniele Dovara e degli uomini di movimento Giovanni Messina, Italo Rossetti, Maurizio Silvestri, Francesco Foti, Daniel Gerardo Battistoni, Luca Tomarchio, Paolo Cesaroni, Julian Caamaño, Carmelo Musumeci, Eduardo Dalcin, Pedro Espindola.

Arbitrano Fabrizio Schirripa (Reggio Calabria) e Massimo Tariciotti (Ciampino); al cronometraggio Stefano Pasquino (Nichelino).

Genovesi in maglia gialla con fantasie blu sul fronte, calzoncini e calzettoni bianchi. Ospiti in maglia a strisce verticali rossazzurre, calzoncini e calzettoni azzurri.

Quintetti iniziali: Lo Conte, Foti, Ortisi, Pizetta, Pizzo per i locali; Perez, Rossetti, Battistoni, Musumeci, Dalcin per i siciliani.

Nei primi minuti le due squadre giocano in maniera accorta, senza prendersi rischi. Tante le rotazioni da ambo le parti; c’è subito spazio per Joao Vitor, Keko, Juanillo e Zanella.

Buon tiro di Cesaroni al 5°, di poco a lato. Più insidioso, pochi secondi dopo, Juanillo che si distende e con la punta chiama Perez alla parata in angolo. Tiro dalla bandierina, palla dentro per Foti e tap-in vincente. Dopo 4’17” CDM in vantaggio 1 a 0.

Al 6° ripartenza dei padroni di casa, Pizetta avanza ed esplode il destro: palo interno, la palla danza davanti alla porta ma non entra.

Le manovre degli etnei sono piuttosto lente e prevedibili; le buone marcature dei genovesi imbrigliano gli avversari. La CDM appare più ficcante ed incisiva.

Si gioca prevalentemente nella metà campo genovese; i locali, però, chiudono bene gli spazi e agiscono in ripartenza. Al 10° un tiro di Musumeci sfiora l’incrocio.

Resta a terra Lo Conte dopo uno scontro con Dalcin; interviene il medico e dopo poco il portiere si rialza e riprende.

All’11° proprio Lo Conte si mette in mostra con una gran parata su un potente tiro di Dalcin. Poco dopo Lo Conte respinge col piede un sinistro di Musumeci.

Al 14° il portiere genovese si oppone ad un conclusione di Espindola.

Da alcuni minuti c’è nervosismo in campo ed in panchina; l’arbitro ammonisce prima Keko e poi Juanillo nel giro di pochi secondi.

Al 16° Zanella conquista un pallone, lo dà a Joao Vitor, da questi a Pizzo: conclusione fuori di un soffio.

Lieve infortunio per Foti, che deve uscire e lascia il posto a Pizetta.

A 17’35” da giocare la CDM commette il quinto fallo. Doppia conclusione ravvicinata di Musumeci ma prima Pizetta e poi Lo Conte respingono.

Fallo di mano di Pizetta, tiro libero per gli ospiti a 18’12”. Lo calcia Musumeci, Lo Conte devia e neutralizza.

Al 19° gran botta di Keko indirizzata sotto la traversa, Perez alza in angolo. Corner calciato in mezzo dove Keko è il più lesto di tutti e insacca. A 18’35” il raddoppio della CDM: 2 a 0.

Il primo tempo si chiude alle 21,55 sul risultato di 2 a 0.

Si riprende alle 22,09. Genovesi con Lo Conte, Joao Vitor, Pizetta, Zanella, Pizzo; Catania con Perez, Rossetti, Battistoni, Musumeci, Dalcin.

Al 2° botta al volo col sinistro di Zanella, Perez devia in angolo.

Battistoni ruba palla a Zanella e se ne va, Pizetta lo stende: ammonito. Punizione calciata da Musumeci, respinge Lo Conte.

Gran giocata di Musumeci sulla destra va via a Pizetta e da posizione angolata mette in rete. Dopo 4’29” risultato sul 2 a 1.

L’arbitro espelle per proteste il dirigente locale Walter Custagliola, il quale sosteneva che l’azione dei siciliani fosse viziata da un tocco di mano.

Al 5° palla da Ortisi a Keko, colpo di tacco fuori di un soffio.

La Meta si fa trovare scoperta; Pizetta va via in velocità, scambia con Ortisi e poi calcia a rete: 3 a 1 a 5’38”.

Ammonito Francesco Foti. Poco dopo cartellino giallo per Simone Foti, reo di un fallo su Rossetti.

Sugli sviluppi di una punizione calciata da Musumeci e respinta dalla barriera si accende un batti e ribatti che Rossetti finalizza in rete a 6’52”. 3 a 2.

La CDM raggiunge quota quattro falli già all’8°. A 9’38” Ortisi atterra Musumeci: ammonizione e quinto fallo di squadra.

All’11° Juanillo recupera un pallone in area, dà il via al contropiede servendo Zanella, assist per Juanillo che nell’area ospite conclude: a lato.

Catania vicina al pari: Dalcin conclude da posizione centrale, Lo Conte respinge e Cesaroni colpisce il palo.

Al 12° Cesaroni ha spazio, avanza e scocca il mancino: Lo Conte respinge in tuffo.

La Meta aumenta il forcing alla ricerca del pari; i genovesi stringono i denti. Lo Conte respinge in angolo un destro di Battistoni.

Al 14° resta a terra Pizzo, viene medicato e va in panchina cedendo il posto ad Ortisi.

La CDM rischia in difesa su un’azione di Dalcin ma se la cava. Poco dopo Dalcin in alleggerimento difensivo perde palla sull’aggressione di Zanella che attende l’uscita di Perez e con gran freddezza lo scavalca con un tocco sotto. 4 a 2 a 16’44”.

Catania gioca col portiere di movimento, Cesaroni. A 1’04” dalla sirena Musumeci effettua una splendida conclusione, imparabile. 4 a 3.

A 19’28” la chiude Zanella con un altro tocco morbido, preciso e vincente. 5 a 3.

Dopo una lunga ed intensa battaglia, alle 22,55 la sirena: finisce 5 a 3 per i genovesi, al quarto successo stagionale. In classifica la CDM scavalca Arzignano e Latina, agganciando Aniene in tredicesima posizione.

La CDM Futsal Genova tornerà in campo sabato 15 febbraio alle ore 18,30, ospite della Colormax Pescara.