Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borzoli e San Cipriano galoppano a forza 4 risultati fotogallery

Si infervora la lotta salvezza, mentre Ruentes, Campese e Riese si giocano il terzo posto

Così oltre i record da non fare quasi più notizia. È il Borzoli che ha “ammazzato” il campionato di Prima categoria Girone C. Ventunesima vittoria, ovvero tante quante sono le giornate di questa stagione. I gialloblù calano un poker anche alla Nuova Oregina che regge per mezzora, fino  quando un cross insidioso di De Vincenzo viene deviato sfortunatamente da Sassarini che batte il proprio portiere. Sul finire di frazione arriva il raddoppio firmato dal “solito” Colella lanciato in profondità e bravo nel controllare e calciare in corsa superando Lagrari.

Nel secondo tempo il Borzoli amministra, lascia sfogare gli ospiti per poi chiuderla al 70° con Valenti che di testa anticipa tutti su corner e cala il tris. Al 77° arriva anche il quarto gol con Bertulla, servito perfettamente da Chiappori che lo pesca solo in area dove l’attaccante non può sbagliare.

Torna a vincere il San Cipriano che trova un altro poker contro il Cogoleto. Partita che sblocca nei minuti finali del primo tempo con Mattiucci e Ferreo che si confrontano a “colpi di testa”. il primo porta in vantaggio i biancocelesti al 35°, il secondo consente agli ospiti di pareggiare allo scadere. Nel secondo tempo il San Cipriano fatica molto più del previsto contro una squadra alla disperata ricerca di punti salvezza. 

Alla fine Turrini trova il nuovo vantaggio in mischia a 3’ dalla fine. Il Cogoleto si scopre e i padroni di casa dilagano con Fili autore di una doppietta che fissa il 4-1, severo nei confronti degli ospiti.

Vittoria esterna della Riese che prevale su un San Bernardino che non riesce ad uscire dalla zona playout. Gol decisivo di Cappelli che sforna un pallonetto dal limite dell’area e all’81° beffa Meneghel, un po’ troppo “spensierato”.  Finisce in parità lo scontro diretto fra Sampierdarenese e Borgoratti, entrambe coinvolte nella bagarre salvezza.

Primo tempo che si chiude con i rossoverdi avanti grazie alla rete di Lazzari al 20°. In avvio di seconda frazione Messina pareggia e al 75° Mboge trova il gol che ribalta il parziale. Tuttavia il Borgoratti reagisce prontamente e ancora Lazzari trova subito il pari del definitivo 2-2.

Non riesce a schiodarsi dall’ultimo posto la Vecchiaudace Campomorone, sebbene le distanze siano esigue fra le squadre nelle posizioni più scottanti della graduatoria. Con il Progetto Atletico i biancocelesti partono all’attacco, ma si fanno trovare impreparati su un contropiede già al 6° e Arrache firma il vantaggio Progetto. Le squadre si affrontano alla pari con molti scontri in mezzo al campo e solo al 63° arriva il gol del pareggio campomoronese con Casanova, entrato a gara in corsa che riapre tutto. I padroni di casa, però hanno qualcosa in più e all’80° tornano definitivamente in vantaggio con Podda. 

Il Prato trova tre punti che probabilmente valgono più di metà salvezza. I rossoneri superano la Pro Pontedecimo per 1-0 grazie al gol di Pastorino. Granata fermi a quota 18 punti e la corsa salvezza resta tutta da scrivere.

Bella la corsa per un posto all’ombra delle due mattatrici del campionato. La Ruentes stende il Fegino con un poker che consente ai bianconeri di mantenere il terzo posto solitario, anche se a debita distanza dal San Cipriano. Gara che inizia male per i ruentini, colpiti al 20° da Becciu, ma la reazione rapallese è immediata e sei minuti dopo arriva il gol del pareggio di Pozzo. Fegino che accusa il colpo e incassa subito il raddoppio di Lalli che ribalta tutto. Nella ripresa la Ruentes scappa con Vezzoli che in sostanza mette in ghiaccio il risultato. Ciliegina sulla torta è la rete di Toscano all’86°. 

I rapallesi devono guardarsi dalla Campese che supera la Calvarese e resta a -2 dai bianconeri. Anche qui sono i biancorossi a passare in vantaggio con Muzio che sorprende al 3° la retroguardia valligiana. I campesi reagiscono, mettono sotto i padroni di casa e pareggiano alla mezzora con Andrea Parodi. Il gol decisivo arriverà all’85° con Marchelli. Calvarese che resta in piena corsa salvezza.