Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borzoli altri 4 gol per scrivere la storia. Si accende la lotta salvezza risultati fotogallery

18 partite ed altrettante vittorie per i gialloblù che volano verso la Promozione. Nugolo di squadre in cerca di punti per mantenere la categoria

Prosegue senza intoppi la stagione da record del Borzoli, che pare avviato ormai verso una netta vittoria del girone C di Prima categoria genovese. I gialloblù inanellano la 18^ vittoria salendo a punteggio pieno a 54 punti, un vero e proprio record. Da guinness anche la stagione del bomber della capolista, Colella che timbra ancora il cartellino nel poker esterno alla Pro Pontedecimo. Partita indirizzata già dopo dieci minuti con Bertulla che al 5° svetta di testa e batte tutti, Pelizza compreso. Dopo altri cinque minuti Scalzi serve Colella che con un altra incornata raddoppia.

La gara poi si stabilizza fino alla mezzora quando ancora Bertulla scatta in profondità, salta il portiere e deposita la palla in fondo al sacco. Gara chiusa in sostanza che vive altri 45’ dominati comunque dai gialloblù. Solo Pasti prova ad opporsi allo strapotere della capolista, ma il suo tiro si stampa sulla traversa. All’88° Valenti cala il poker con un’azione personale. Punteggio forse eccessivo, ma che rispecchia i valori in campo. 

Rallenta ancora il San Cipriano che comunque conserva il largo vantaggio sulla Ruentes in quello che si poteva considerare il big match della giornata. I biancocelesti per allungare ed evitare il “pericolo” playoff, i bianconeri per fare in modo che il campionato abbia ancora un senso. 

San Cipriano che al 7° sfonda con Mattiucci, bravo a controllare al limite e a beffare Bussanich con un lob. Al 15° Ospiti che allungano con Saulle che pochi passi dentro l’area ruentina lascia partire un tiro molto potente che supera l’estremo difensore. Gara che ora sembra nettamente in discesa per i valligiani anche perché al 41° Alfonsi viene espulso per chiara occasione da rete. 

La ripresa è diversa, però perché i locali dimostrano di sapersi esprimere meglio in dieci. Lalli prima spreca un’occasione clamorosa a porta vuota, poi al 55° si lancia in tuffo impattando di testa la rete che riapre i giochi. San Cipriano che ha comunque la possibilità di allungare, ma Mattiucci non è freddo sul calcio di rigore guadagnatosi da Friedman. In ogni caso al 77° arriva il tris dello stesso Mattiucci che pennella un tiro a giro sul quale Bussanich nulla può. Quando Borean viene espulso dopo un fallo stupido appena dopo il gol sembra che il più sia fatto. Invece in 9 contro 11 la Ruentes si riversa nella metà campo avversaria e all’83° Lalli accorcia ancora per il 2-3. A questo punto si scioglie il San Cipriano e all’86° Grilli pareggia. Due punti buttati dal San Cipriano che probabilmente perde definitivamente il treno per poter riagganciare il primo posto. 

Ci sono 13 punti fra la seconda e la terza ancora, gap ampio, ma che potrebbe essere colmato per garantirsi i playoff. Nel frattempo le squadre cercano di restare in zona, anche se le vicende di alta classifica si mescolano con quelle per la salvezza. Il Borgoratti infatti strappa un punto importante alla Campese con un botta e risposta in due minuti. Al 13° i padroni di casa passano con una zuccata di Converti. Al 15° un calcio di rigore consente a Criscuolo di trovare l’1-1. Non cambia più il parziale. 

Il punto del Borgoratti è molto importante perché consente agli arancioverdi di agganciare Pontedecimo e Cogoleto. I ponentini infatti escono sconfitti dallo scontro con il Nuova Oregina che sembra uscita definitivamente dalle zone pericolose. Uno – due dei biancoblù in apertura che si rivelerà decisivo. Magni apre al 5°,  raddoppio di Diop appena 4’ dopo. Il Cogoleto accorcia al 35° su rigore con Grezzi, ma la rimonta non si concretizzerà e la corsa alla salvezza è sempre più incerta. 

Resta all’ultimo posto la Vecchiaudace Campomorone che viene stesa dalla Sampierdarenese. I lupi calano il tris grazie a due rigori di Morani (37° e 82°) ed al sigillo di Albertelli entrato nella seconda parte di gara. Non una brutta partita per i biancoblù comunque che dopo il gol del vantaggio ospite hanno provato a tornare in gara, ma si sono esposti e i biancorossoneri sono stati abili nell’approfittare degli spazi lasciati dai valligiani. 

Poco sopra la Vecchiaudace c’è il San Bernardino che impatta 0-0 contro il Prato guadagnando proprio sui valligiani. Stesso punteggio fra Progetto Atletico e Fegino che precedono a braccetto anche in classifica con 21 punti a testa.

Un punto anche per la Calvarese che oggi sarebbe salva senza passare dagli spareggi. Oltre al punto c’è il fatto che l’1-1 di giornata arrivi contro la Riese, una delle “grandi” del campionato. I biancorossi vanno avanti all’11° con Atzori che supera Riva in uscita con un tocco sotto. Da qui la gara la fa la Riese, ma senza sfondare. Nel secondo tempo la Calvarese resta in dieci al 60° per il secondo giallo a Vaccarezza, poi una decina di minuti dopo si ristabilisce la parità in campo per il rosso a Sanguineti. La Riese ci prova, ma non sfonda. All’85° Pellegrino tiene bene palla, entra in area e va giù. Per l’arbitro è fallo e Cappelli non sbaglia.