Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borzoli a valanga sulla Riese. Il San Cipriano prova a blindare il secondo posto risultati fotogallery

Le due squadre viaggiano su ritmi nettamente diversi dalle altre. Si riducono le possibilità di playoff con i biancocelesti ora a +15 sulla terza

Non si trovano più aggettivi per descrivere questo Borzoli. 19 partite, 19 vittorie, 57 punti +9 sulla seconda comunque spettacolare San Cipriano, ma soprattutto un attacco clamoroso: 59 gol ovvero una media di oltre 3 reti a gara. 

Fragorosa l’ultima vittoria dei gialloblù che annientano la Riese, squadra che non sta vivendo un buon momento, ma che comunque è stata quasi sempre fra le prime 4 del torneo. 7-1 dice il tabellino a fine gara, un risultato difficile anche da commentare. Partita in equilibrio peraltro per gran parte del primo tempo. Nonostante il gol di Bertullla su rigore al 17° la Riese c’è e non molla. Neanche il raddoppio ancora dal dischetto di Colella al 36° spegne la voglia di fare bene dei chiavaresi che infatti sono premiati dal terzo penalty fischiato dall’arbitro. Autore del gol è Pellegrino che riapre i giochi, almeno così pare perché tre minuti dopo, al 45° Chiappori in proiezione offensiva fredda Riva per il 3-1 con cui si va al riposo.

Si riparte con il Borzoli che prende il controllo, ma sembra potersi accontentare. Invece, no perché al 65° Scalzi pennella per Colella che da due passi di testa segna un gol facile facile. Dieci minuti dopo e la goleada è avviata: ancora Colella, stavolta da rapinatore d’area, è rapace nel ribadire una corta respinta di Riva su un tiro. All’83° arriva il sesto gol con Bertulla e due minuti dopo anche il settimo con un tiro al volo di De Vincenzo che chiude la conta.

Vince anche il San Cipriano anche se rischia grosso la squadra biancoceleste contro un Borgoratti molto combattivo e alla ricerca della salvezza. I rossoverdi passano al 20° con un tiro dal limite di Marcelli. San Cipriano che fatica a trovare la via del gol e a 2’ dal 90° gli ospiti sono ancora in vantaggio, ma tutto cambia nel finale con Fili che all’88° pareggia e in pieno recupero arriva anche la rete di Turrini per il 2-1 beffardo per il Borgoratti.

Continua l’inseguimento delle altre dietro alla coppia di testa. L’obbiettivo è quello di ridurre lo svantaggio proprio rispetto al San Cipriano che conserva sulla più vicina inseguitrice qualcosa come 15 punti. Quasi impossibile l’impresa delle altre specie se non riescono ad avere continuità di risultati. La Ruentes infatti viene fermata sul pari dalla Sampierdarenese nonostante la gran giornata di Lalli autore di una doppietta con cui i bianconeri vanno due volte in vantaggio, ma in entrambi i casi vengono ripresi prima da Mboge poi dal rigore di Morani. Un rigore era stato fischiato anche ai rapallesi al 52° quando le squadre erano sull’1-1, ma Privino spara alto sprecando l’occasione.

Ne approfitta la Campese che batte il Cogoleto e aggancia proprio i bianconeri a quota 33 punti. I valligiani prendono presto il controllo delle operazioni e alla mezzora vanno in vantaggio grazie all’autorete di Ferrero che nel tentativo di anticipare l’attaccante verdeblù elude anche l’uscita del proprio portiere insaccando. Campesi che in precedenza avevano dovuto sostituire Davide Oliveri con Bardi. Ed è proprio il neo entrato che al 37° firma il raddoppio con un tiro a giro che fa alzare in piedi i tifosi presenti. 

Si va al riposo sul doppio vantaggio ospite, e nel secondo tempo i padroni di casa provano a reagire alzando il baricentro, ma la difesa valligiana tiene bene e al 67° si ripropone in avanti, Criscuolo salta Vallarino che lo stende. Rigore ineccepibile che lo stesso bomber batte e realizza. Da qui la gara si può dire chiusa: il Cogoleto cerca di riproporsi, ma la Campese controlla e all’84° arriva il poker. Ancora Vallarino con un intervento sciagurato in area causa il secondo rigore che Criscuolo trasforma.

Sfiora la vittoria la Vecchiaudace Campomorone che con il Fegino passa in vantaggio con un bellissimo gol di Migliaccio che in rovesciata fredda Dellepiane. Solo una punizione chirurgica di Ndoj nella ripresa consente ai padroni di casa di evitare il ko. Spunto importante per il Prato che supera il Progetto Atletico e sale a quota 23 punti (+4 sulla zona playout). Subito a segno Rossi dopo 7’, al 50° raddoppia Valenzona. Nel finale il Progetto ha la possibilità di riaprirla in extremis con Fiorentino, ma Zampardo para il rigore e resta imbattuto. Poco dopo, al 93° Fioretti viene espulso lasciando anzitempo il campo. 

Pareggio per la Calvarese che ferma la corsa della Nuova Oregina, reduce da due vittorie consecutive. I biancoblù vanno in vantaggio con Magni al 12°, ma non riescono a trovare il gol della sicurezza. In un assalto finale i padroni di casa riescono tuttavia a pareggiare con Piazze restando così un punto sopra la zona calda.

Infine il San Bernardino supera la Pro Pontedecimo all’inglese in uno degli scontri diretti per la salvezza. I neroverdi la fanno propria nel secondo tempo con Dagnino al 60° e Pantanella in zona Cesarini. Situazione delicata per i granata che non vincono dallo scorso novembre e si ritrovano al penultimo posto in classifica.