Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Autoparco a Cornigliano, il Pd: “Bucci tenta il blitz, delibera e commissione a porte chiuse”

Per l'emergenza Coronavirus non potrebbero partecipare auditi tra cui associazioni e sindacati

Genova. Ancora accesa la discussione sul progetto di realizzazione di un autoparco nel quartiere di Cornigliano, a Genova, in aree ex Ilva. Il Pd in consiglio comunale attacca la giunta Bucci perché, al gruppo, è arrivata la notizia che la giunta stessa abbia già approvato una delibera che, modificando l’accordo di programma del 2005 – il quale prevede in quelle aree un parco urbano – e le norme urbanistiche approva l’insediamento del parcheggio per i tir.

“Ora la delibera deve passare in commissione e in consiglio comunale, e gira voce con insistenza che il Sindaco – dicono i dem – perfino contro il parere dell’assessore competente e di alcuni consiglieri di maggioranza, voglia portare la questione in commissione già questo venerdì, approfittando dell’emergenza corona virus per tenere la seduta a porte chiuse, senza la possibilità di ascoltare i rappresentanti dei cittadini di Cornigliano, degli autotrasportatori, e degli altri soggetti coinvolti”.

La giunta, contattata da Genova24, non ha smentito né confermato i rumors lanciati dal Pd, ma nel corso della giornata l’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci ha diramato una nota: “Smentisco qualsiasi divergenza di visione tra me e il Sindaco Marco Bucci sia sull’obiettivo che sulle modalità procedurali – scrive l’assessore – il Partito Democratico non perde occasione per fare ricostruzioni di fantasia e puramente strumentali: invece di inventare storie attendano la riunione di commissione che è il mezzo di confronto nel quale misurare le varie posizioni”.

La commissione è stata effettivamente convocata e, come previsto, a porte chiuse. Per protesta il gruppo del Pd ha deciso quindi non votare, accorpandoli, gli ordini del giorno del consiglio comunale che, in queste ore, sta votando il bilancio dell’ente. Per questo, e per il fatto che si è anche verificato un malfunzionamento nel sistema di votazione elettronico, è probabile che la seduta non si concluderà che a tarda notte. Anche Italia Viva, Movimento 5 Stelle e Lista Crivello hanno aspramente criticato la decisione.

“Mentre la Regione rinvia le sedute del Consiglio Regionale, in Comune il centrodestra prova il blitz e convoca in via di urgenza venerdì mattina una Commissione consiliare a porte chiuse – attaccano ancora dal Pd – E’ un atto grave e spropositato. Non c’è nessuna ragione che giustifichi l’urgenza, se non la volontà della giunta Bucci di assumere una decisione così rilevante senza un confronto con i corniglianesi, con le categorie economiche e con le realtà associative del quartiere. Abbiamo chiesto inutilmente che la commissione fosse rinviata per permettere la partecipazione dei cittadini interessati. Continueremo a combattere l’arroganza della Giunta, a partire dall’esame dei documenti di bilancio, per cui abbiamo chiesto il voto su ogni singolo documento come da regolamento. Ci auguriamo che la maggioranza impieghi il molto tempo che passeremo in Consiglio per comprendere la responsabilità storica della sua decisione, che calpesta decenni di conquiste e di accordi. E lo fa senza nemmeno il coraggio di guardare i corniglianesi negli occhi”.

La vicenda. L’ipotesi di autoparco a villa Bombrini, osteggiata da alcune associazioni del quartiere, potrebbe scontrarsi in futuro con un esposto che le Donne di Cornigliano, vogliono presentare in procura. La scorsa settimana il tavolo di lavoro sulla bonifica di Cornigliano avrebbe voluto organizzare un’assemblea pubblica questo venerdì per affrontare la questione e arrivare a una posizione unitaria di tutte le 23 associazioni che lo compongono ma con le misure di sicurezza legate all’emergenza Coronavirus sarà impossibile tenere un evento pubblico di questo tipo.