Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Apparizione e Pieve non si fanno male. L’Atletico Genova ringrazia e torna protagonista risultati

Tanti gol in un turno importante in cui solo il big match non si sblocca. Ravecca e Montoggio scatenate

Finisce in parità lo scontro al vertice fra Apparizione e Pieve Ligure, un risultato che lascia invariata la distanza fra le due compagini, ma che soprattutto consente all’Atletico Genove di rifarsi sotto e riapre sostanzialmente il campionato che vede i bianconerazzurri primi con due punti sulle inseguitrici. 

Neanche un gol, come nei migliori appuntamenti quando entrambe le squadre denotano molta paura. Neppure il capocannoniere Mohamed Bojang riesce a scalfire Imperato che conserva L’ imbattibilità. Meglio, ai punti la squadra di casa che coglie anche un clamoroso palo con Gjonaj negli ultimi minuti.  

Buon per l’Atletico Genova che nell’altro scontro diretto, contro il Lido Square, cala un poker che sembra dare una ridimensionata pesante ai biancoblù ora a -4. Primo tempo di marca Bocchiardi autore di una doppietta che indirizza la gara. Nel secondo tempo il Lido cerca di tornare in gara, ma la difesa dell’Atletico si dimostra ermetica e nei minuti di recupero arrivano ben due reti con Riggi e poi con Ieraci. Rossoblù che tornano prepotentemente alla ribalta.

Tanti gol e spettacolo a Bavari fra i leoncelli e i gialloblù del Vecchio Castagna. Punti importanti per motivi diversi in palio, ma stessa voglia di vincere. Bavari subito avanti dopo 5’ grazie ad un calcio di rigore che Priano trasforma nonostante Viacava tocchi la sfera. Ospiti che comunque pareggiano al 20° con Bardini che fa tutto da solo: dribbling su due difensori, finta sul portiere e palla nel sacco. 

La rete galvanizza gli ospiti e manda in crisi i locali. Grosso sventa un gran tiro di Goglia, poi al 40° lo stesso numero 9 si guadagna un rigore che Russo trasforma per il gol del sorpasso. Due minuti e ancora Goglia è protagonista stavolta come marcatore con un colpo di testa su assist al bacio di Iencinella.  

Il Bavari, però non vuole mollare e al rientro spinge subito in avanti sorprendendo la difesa gialloblù che al 48° capitola su un contropiede letale di Priano. Sembra il preludio della rimonta invece Iencinella tre minuti dopo si inventa un pallonetto dai 25 metri che beffa Grosso e riporta a 2 le reti di distacco. Non è finita, però perché al 70° torna a farsi sotto la squadra di casa con Ricordini che infila Viacava. Il risultato non cambia più grazie ad un controllo attento della gara del Vecchio Castagna. 

Valanghe di reti in questa 18^ giornata con il Borgo Incrociati che ne fa addirittura 6 al Cornigliano. Primo tempo comunque equilibrato con Moreno che che al volo la sblocca al 19°. Ancora il subentrato (per infortunio in avvio a Di Maria) è puntuale al cross in area allo scadere del primo tempo per il raddoppio. Nella ripresa ritmi più lenti, ma il Cornigliano dopo un timido tentativo, viene punito al 70° da Prestanizzi. Borgo che si rilassa troppo e subisce il gol del momentaneo 3-1 da parte di Yacoubi, ma la rimonta neroverde non si concretizzerà mai perché al 78° Bah interviene su un corner e trova il poker. All’84° arriverà anche il rigore di Lucà e il tiro secco di Serpe per il 6-1 finale.

Gol a ripetizione nello scontro salvezza fra Ravecca e Montoggio. Biancoblù in cerca di tre punti per diminuire il gap con chi precede, mentre il Montoggio provava a cerca di uscire dalla zona playout. Ne esce una gara con tanti gol, errori e rigori. Subito emozioni con il vantaggio del Ravecca dopo un solo minuto con Olcelli. I locali tengono bene e raddoppiano al 35°, ma al 38° Migliorini accorcia le distanze. Prima della pausa c’è tempo per il nuovo vantaggio del Ravecca con un rigore di Martini. 

Nella ripresa la gara resta scoppiettante: al 50° Sciutto accorcia nuovamente portando il parziale sul 3-2, ma al 65° Neira sembra spegnere definitivamente le speranze dei valligiani. Due minuti e il Ravecca nuovamente si fa sorprendere, stavolta da Zubani che fa 4-3. A questo punto le difese si registrano, la gara sembra stabilizzarsi fino i minuti finali che saranno uno spettacolo. Moscoso infatti all’88° sfrutta gli spazi concessi dal Montoggio e va a segnare quello che sembra essere il finale 5-3, ma in pieno recupero arrivano due calci di rigore per il Montoggio entrambi calciati da Trofin che non sbaglia e fissa il 5-5 clamoroso.

Un punto che scontenta tutti, specialmente notando che il Crocefieschi viene sconfitto in casa dal Davagna. Ghigo subito con un colpo di testa dopo sei minuti. Alfano raddoppia alla mezzora ed al 50° il tris è di Nicosia. Davagna che può giocarsi un campionato sereno, Crocefieschi che necessita di cambiare marcia.

Infine è pari fra Voltri 87 e Begato, squadre che non si fanno male e mettono in cascina un punticino a testa utile alla classifica. Meglio il Begato nel primo tempo con Guida che la sblocca su punizione; si fa preferire il Voltri nel secondo tempo, con Fedri che fa ammattire i difensori ospiti al punto da ottenere al 74° un rigore che D’Aloisio non fallisce.