Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Altum Park: si ricomincia l’attività. Il 23 febbraio si inaugura la nuova stagione foto

Più informazioni su

Dopo la pausa invernale, seppur leggendo il calendario siamo ancora formalmente in inverno, ad Altum Park, sulle prime colline genovesi fra San Martino e la Val Bisagno, si sta preparando il terreno per una nuova esaltante stagione in quella che si propone di diventare la più importante struttura per gli sport outdoor della Liguria.
Sono tre ettari di bosco, di proprietà della Diocesi, che circondano a San Desiderio il “Villaggio Sportivo “Don G.B. Caviglia” con gli storici campi di calcio rifatti nel 2017 sui quali hanno giocato generazioni di appassionati.
Campi di calcio che nelle ultime settimane hanno visto anche la sostituzione dei fari di illuminazione a led di ultima generazione.
Si tratta di spazi bellissimi che, sfruttati in modo eco-compatibile, offrono un ventaglio di possibili attività adatte a tutti i gusti, a tutte le età, con un’attenzione particolare per i giovani.
Palestra ideale a cielo aperto, in mezzo alla natura, per tutti i cosiddetti sport emergenti.
Altum Park, gestito dalla Coop Service Family, è stato realizzato anche con un finanziamento nell’ambito di S Factor, progetto pilota del Centro Sportivo Italiano per le polisportive sociali: in questo modo il CSI vuole valorizzare ancora di più la propria capillare presenza sul territorio.
Un progetto che si propone di gestire in modo innovativo gli impianti, favorendo l’aggregazione e il dialogo fra risorse e realtà locali diverse, per ottimizzare le strutture disponibili e contenere i costi.
Dalla data d’inaugurazione, maggio 2019, sono stati coinvolti oltre duemila ragazzi che hanno partecipato ai campi estivi ma anche ad eventi particolari: giornate di sensibilizzazione di tutela ambientale e di protezione civile.
Nei giorni scorsi, baciati dal sole e caratterizzati da temperature gradevoli, è iniziata una capillare pulizia del sito che sarà completata in brevissimo tempo: sono state eseguite verifiche tecnico- funzionali sulla sicurezza dei percorsi e degli atelier, dalle piste di bike, al Ponte Tibetano, dalla parete di arrampicata, al Parco Avventura.
Tutto è risultato in regola e funzionante per la gioia quindi di una trentina di ragazzi dell’Associazione “A SCUOLA APERTA” che si sono divertiti svolgendo le varie attività sotto l’occhio vigile dei volontari dell’Associazione stessa e degli operatori del Parco Sportivo.
“A SCUOLA APERTA” promuove iniziative a favore di bambini e ragazzi del territorio e della valorizzazione di San Desiderio.
Molti dei ragazzi, residenti in paese, conoscevano già la struttura “Ero già venuto nei mesi scorsi per i campi estivi- dice Gianfranco (nome di fantasia)- ed era stata una bellissima esperienza con gli istruttori-educatori. Ritornare è stato emozionante”. Per altri varcare l’ingresso di Altum Park ha rappresentato un piacevole debutto ” Fare sport all’aria aperta, provare nuove discipline- afferma Giuseppe(nome di fantasia)- è un’esperienza divertente ”.
Non è stata affatto casuale la scelta di “puntare” sui ragazzi di San Desiderio per testare il Parco Sportivo dopo la pausa invernale: in futuro infatti ci sarà una sempre più stretta interazione- collaborazione fra Altum Park e il paese.
Il prossimo appuntamento da segnare sul calendario è quello di Domenica 23 Febbraio: sarà il momento inaugurale della nuova stagione.
In programma, dalle 15.00, attività sportive, giochi, balli ed una pentolaccia: l’invito, a bambine e bambini, è quello di presentarsi in maschera con tanta voglia di divertirsi.
In caso di pioggia l’evento sarà sospeso: per tutte le informazioni si può telefonare al numero 335.24.11.113