Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Allarme truffa a Genova, finti operatori in divisa chiedono soldi a nome della Croce Bianca

La pubblica assistenza: "Non raccogliamo fondi porta a porta, verificate sempre o chiamate il 112"

Più informazioni su

Genova. Sedicenti volontari in divisa che raccolgono fondi per le ambulanze suonando ai campanelli per le strade di Albaro e della Foce. Ha tutta l’aria di essere una truffa quella che è stata segnalata in massa ieri agli operatori della Croce Bianca Genovese. Che infatti smentiscono categoricamente di essere coinvolti nell’iniziativa.

“La Croce Bianca Genovese non effettua raccolte fondi porta a porta o in strada, se non nel corso di eventi specifici e durante le assistenze sanitarie, all’interno di stand riconoscibili dalle insegne associative e dal logo sociale in epigrafe, indossando la divisa sociale recante il logo e le informazioni utili ad identificare la stessa pubblica assistenza”, scrive l’organizzazione in una nota.

“Invitiamo pertanto la cittadinanza a verificare attentamente le diciture indossate da tali sedicenti volontari, a richiedere sempre informazioni circa l’effettiva associazione di provenienza e ad esigere una ricevuta per le eventuali somme donate”. Si ricorda che in caso di dubbi sull’autenticità delle divise indossate, sulla qualifica dei questuanti o sulla destinazione delle offerte, è a disposizione il numero unico 112.