Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A26, entro 5 marzo riapre galleria Bertè, ma sarà chiusa la gemella verso nord

Si prefigura la situazione peggiore secondo le richieste espresse dai cittadini

Genova. Si è tenuto oggi presso il Comune di Campo Ligure il programmato incontro tra i Sindaci dell’Unione SOL e la Società Autostrade, rappresentata dal direttore del 1° tronco di Genova Mirko Nanni, accompagnato da Mauro Lapi dello staff di direzione e da Mauro Moretti responsabile nazionale dei lavori in galleria.

Dall’incontro sono emerse brutte notizie per gli abitanti della Valle Stura: la galleria Bertè direzione sud sarà riaperta tra il 28 e il 5 febbraio, ma contestualmente sarà chiusa la gemella in direzione nord.

Questo porterà alla situazione peggiore per la viabilità della vallata: ancora fortissime limitazioni al traffico autostradale in contemporanea con la chiusura della ferrovia verso Genova a causa dei lavori per il nuovo ponte.

“Si è fatto presente anche in questa sede che questo genera apprensione poiché impatterà con la chiusura della linea ferroviaria – scrivono i sindaci in un comunicato stampa – ma Autostrade non ritiene possibile sospendere o posticipare l’attività ispettiva. Si è rimasti d’accordo che, al termine dell’ispezione, sarà valutato con i Comuni il piano di intervento e i tempi stimati di eventuale chiusura”.

L’incontro si é rivelato coatruttivo ed aveva lo scopo di fare il punto sui lavori in corso che riguardano la tratta Masone – Genova Prà, oltre ad aggiornamenti sul programma degli interventi previsti nel prossimo futuro.

Situazione viadotti: in generale pressoché tutti i viadotti sulla tratta sono stati ispezionati da società di ingegneria esterna (rapporti con Spea chiusi a fine 2019). Per ogni viadotto è stato definito un fascicolo dedicato. In particolare per i viadotti Fado e Pecetti non risultano problemi di tipo statico, ma sono stati programmati interventi di manutenzione che si stima possano essere conclusi entro il periodo pasquale, togliendo così il restringimento di corsia, ma mantenendo il limite di portata. Su Gorsexio è avviata la manutenzione delle pile che si prevede di concludere entro 2020 ed è anche previsto un intervento sulla struttura che è in fase di progettazione.

Il viadotto Gargassa sarà oggetto di un intervento organico di cui è stata terminata la progettazione esecutiva.

Le verifiche sul viadotto i Piani saranno completate a breve, ASPI si è resa disponibile a rendere accessibili ai Sindaci i relativi rapporti di ispezione.
Inoltre ASPI si è mostrata ben disposta a condividere con i Comuni interessati i vari progetti in corso o in via di definizione.

Pannelli fonoassorbenti: le verifiche post smontaggio termineranno a metà Marzo. La fase 2 prevede un ulteriore test sulla struttura per poi rimontarle in via provvisoria, dato che è prevista una completa riprogettazione e sostituzione
Pedaggio: Unione SOL formalizzerà a Autostrade e Regione Liguria la richiesta per la gratuità della tratta Masone – Genova Prà e viceversa durante tutto il periodo di chiusura gallerie Bertè e Turchino.

Centralina emissioni: Autostrade non considera l’attività di propria competenza e, tuttavia, non ritiene in questo territorio il fenomeno assuma contorni preoccupanti
Comunicazione: si definisce un piano di comunicazione costante tra Autostrade e Comuni.
Riteniamo la condivisione di questo aspetto un risultato notevole anche per dotarci di strumenti per gestire meglio i possibili disagi. Per Autostrade il riferimento in queste azioni sarà il Dottor Lapi.