Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Via Montello, due rapine in pochi giorni: vittime due donne che rientravano a casa da sole

Il commissariato di San Fruttuoso, che ha individuato gli autori della prima rapina, ha deciso di rafforzare i controlli nella zona

Genova. Due rapine in pochi giorni in discesa Montello, la scalinata che congiunge via Montello con largo Giardino, una strada troppo buia che consente ai malviventi di colpire praticamente indisturbati, anche se nel primo caso gli agenti del commissariato San Fruttuoso guidato dal vice questore aggiunto Maria Teresa Canessa hanno immediatamente individuato gli autori.

La prima rapina infatti è avvenuta nella notte di sabato 12 gennaio. Vittima una 52enne di origine messicana che è stata avvicinata alle spalle da tre giovani. Uno in particolare l’ha bloccata, le ha tappato la bocca e le ha strappato la borsa i cui manici si sono spezzati. La donna, che era stata scaraventata a terra per fortuna senza gravi conseguenza è riuscita a chiamare la polizia tramite il cellulare fornitole da un passante. Gli agenti della volante di San Fruttuoso, mentre si recavano sul luogo della rapina, hanno visto tre ragazzi in piena notte alla fermata del bus di corso Monte Grappa e li hanno identificati.

Si tratta di un ventenne e due diciassettenni, tutti di origine nordafricana, di cui uno vestito con tuta mimetica. Giunti sul luogo della rapina gli agenti hanno ascoltato la descrizione della donna e proprio la tuta mimetica è stata decisiva per la prima identificazione dei tre, poi riconosciuti formalmente in commissariato e denunciati per rapina in concorso. La borsa della donna, che i giovani avevano gettato in un aiuola alla vista della volante è stata recuperata e restituita.

La seconda rapina è andata in scena invece ieri sera, sempre nello stesso punto. Vittima una donna di settant’anni che tornava da una serata dal cinema ed è stata bloccata da dietro da un giovane dalla carnagione chiara che, dandole del lei e parlando in italiano senza accento, ha detto: “Mi dia la borsa e non le succederà niente”. Il ragazzo, di circa 25 anni, è poi fuggito risalendo la via dove lo aspettava un complice che ha urlato all’anziana: “Non fare niente sennò ti sparo”. La donna ha chiamato la polizia ma i rapinatori si erano dileguati.

Il commissariato di San Fruttuoso, oltre a indagare su questo secondo episodio che vede ancora una volta vittima una donna che torna a casa da sola ha deciso di rafforzare i controlli nella zona.