Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Treni, anche l’entroterra ligure entra nel 2020: arrivano i nuovi monitor nelle stazioni

Genova. Una ventata di modernità nelle stazioni dell’entroterra ligure. Rfi sta installando in questi giorni 32 nuovi monitor per informare i viaggiatori sulle linee Genova-Ovada-Acqui Terme e Savona-San Giuseppe di Cairo.

Oltre agli schermi arriveranno anche 11 teleindicatori ai binari e 122 diffusori sonori di ultima generazione. Il nuovo impianto, attraverso il dialogo costante con i sistemi informatici, mostrerà messaggi sempre aggiornati secondo l’andamento della circolazione dei treni. Gli impianti audio, dialogando anch’essi direttamente con i sistemi di gestione e controllo, consentiranno la diffusione di messaggi tempestivi e multilingue.

Sulla linea Genova-Ovada-Acqui Terme-Alessandria saranno 24 i monitor, 6 gli indicatori a led sui binari e 88 nuovi altoparlanti previsti nelle stazioni di Costa di Sestri, Granara, Borzoli, Acquasanta, Mele, Campo Ligure, Rossiglione, Ovada, Molare, Prasco, Visone, Acqui Terme.

I monitor, collocati negli spazi comuni e sui marciapiedi delle stazioni saranno progressivamente installati e attivati tra la fine del mese di gennaio e il mese di febbraio e saranno gestiti direttamente dalla sala di controllo di Genova Teglia, una vera e propria “torre di controllo” della circolazione ferroviaria, operativa 24 ore su 24, con personale specializzato. L’investimento complessivo di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) per le due linee è di circa 7 milioni di euro.

Il rinnovo dei sistemi di informazione al pubblico con nuove tecnologie, avviato in Liguria, attualmente in corso sulle linee dell’entroterra Genova-Ovada-Acqui Terme e Savona San Giuseppe, segue quello già attivato nelle stazioni delle tratte Sestri Levante – La Spezia, Albenga-Albisola e proseguirà, entro la prossima estate, tra Albisola e Genova Pra’.