Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Teatro, nuovo corso gratuito per ‘attore’: la nuova scuola di recitazione della Liguria

Organizzato da Fondazione CIF Formazione in collaborazione con Teatro Akropolis e Teatro dell’Ortica

Genova. La Liguria ha una nuova scuola di recitazione. Si sono aperte lunedì 27 gennaio 2020 e chiudono alle ore 13 del 27 febbraio 2020 le iscrizioni al bando per il corso professionale per attori cofinanziato da Unione Europea e Regione Liguria con rilascio di qualifica professionale, organizzato da Fondazione CIF Formazione in collaborazione con Teatro Akropolis e Teatro dell’Ortica. Il bando rientra nell’ambito del Programma Operativo Fondo Sociale Europeo – Regione Liguria 2014-2020 – Asse 1 “Occupazione” – “CULTURA IN FORMAZIONE 2” – OPERAZIONE LIGURIA: CHE SPETTACOLO! e prevede un corso gratuito che apre le porte all’attività anche in ambito sociale e in dialogo con i linguaggi del contemporaneo.

Il suo valore innovativo consiste nel formare attori-performer-operatori teatrali sociali in grado non solo di calcare i palcoscenici svolgendo l’attività più tradizionale della recitazione, ma anche di applicare le proprie competenze in ambiti più ampi, che non hanno sede solo in teatro o in stretto rapporto con la scena, ma anche in realtà di natura educativa, scolastica e ludica, e sono in relazione con le nuove espressioni e le nuove esigenze provenienti dalla contemporaneità.

Il corso prende atto dell’evoluzione del lavoro dell’attore, esercitato da professionisti che sempre più spesso rivolgono la loro attenzione al di fuori delle realtà teatrali propriamente dette, sviluppando sul campo nuove competenze che arricchiscono lo spettro delle possibilità lavorative e precisano specializzazioni ulteriori, quali la psicopedagogia teatrale, le tecniche di performance e i laboratori di teatro sociale.

È destinato a 12 giovani disoccupati o in stato di non occupazione Under 29 in possesso di qualifica professionale o di diploma di scuola media superiore. La durata consiste in 650 ore di lezione, di cui 170 ore di teoria, 300 ore di pratica e 180 ore di stage aziendale, con un massimo di 130 ore di assenze consentite. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di “Qualifica” – Classificazione ISTAT 2.5.5.2.2. ATTORE.

Per accedere al corso gli interessati dovranno presentare apposita domanda di iscrizione presso Fondazione CIF Formazione, via Borzoli 61 a, Genova (Tel. 010 252192 – E-mail: didattica@fondazionecif.it, www.fondazionecif.it) da lunedì a giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00, il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e potranno altresì verificare i contenuti e le modalità della selezione.
Saranno accettate esclusivamente le domande pervenute a mano entro le ore 13 del 27 febbraio 2020 e complete di fotocopia di carta d’identità in corso di validità e marca da bollo da Euro 16,00.

Il corso per Attore punta alla formazione di una figura professionale in grado di esprimere il potenziale professionale tipico e consolidato dell’attore, riprendendo le indicazioni del repertorio ligure delle professioni: “L’attore si identifica in ruoli e personaggi, assume espressioni, attitudini, stili, movimenti del corpo e comportamenti secondo il copione scelto per ispirare sentimenti ed emozioni negli spettatori”. Inoltre di svolgere, in contesti professionali non strettamente identificabili in realtà teatrali ma anche in realtà di natura educativa, scolastica, ludica e di spettacolo inteso in senso lato, un ruolo di Attore particolarmente dedicato ai due profili seguenti: performer, che indica una specifica evoluzione del lavoro dell’attore teatrale, un livello ulteriore di interpretazione non tanto di un testo, ma piuttosto di una partitura fisica o vocale, supera la convenzione attoriale e approfondisce l’espressività corporea, mettendosi in relazione con l’arte contemporanea, il teatro fisico, le opere installative e la videoarte, fino alle forme espressive che utilizzano nuovi linguaggi tecnologici; operatore teatrale sociale attivo in contesti ove la performance teatrale diventa uno strumento di emancipazione e di crescita personale e sociale, anche a sostegno di target in condizioni di disagio. Il teatro in questo contesto supera la finalità puramente estetica per diventare uno strumento di lettura e composizione della conflittualità sociale.