Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sabato le arance della salute per la ricerca sul cancro, ecco dove comprarle a Genova

Con una donazione di 10 euro sarà possibile sostenere l'attività dei ricercatori Airc

Genova. Si rinnova sabato 25 gennaio l’appuntamento con le Arance della Salute della Fondazione Airc, per sostenere la ricerca sul cancro, che a gennaio compiono trent’anni. Quest’anno il frutto simbolo della corretta alimentazione sarà distribuito in oltre 3mila piazze e in più di 800 scuole per raccogliere nuove risorse da destinare al lavoro dei circa 5mila ricercatori e informare l’opinione pubblica su comportamenti e abitudini salutari.

Con una donazione di 10 euro sarà possibile ricevere 2,5 chili di arance rosse italiane, frutti che contengono pigmenti naturali con importanti poteri antiossidanti e circa il quaranta per cento in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi. Per chi volesse aiutare ulteriormente Airc, saranno disponibili anche marmellata d’arancia (vasetto da 240 grammi, donazione minima 6 euro) e miele di fiori d’arancio (confezione da 500 grammi, donazione minima 7 euro).

DOVE ACQUISTARLE A GENOVA: in galleria Mazzini, in via San Lorenzo nei portici di fronte alla cattedrale, nei giardini di piazza Martinez, a Villa Piantelli in corso de Stefanis, in via Lagustena a San Martino, al capolinea dei bus di Molassana, in piazza Suppini a Prato, in piazza Montano a Sampierdarena, in piazza Rissotto a Bolzaneto, nell’atrio del municipio a Sestri Ponente, sotto i portici di via Pallavicino a Pegli, in piazza Gaggero a Voltri, in piazza Pondedecimo, all’interno delle piscine d’Albaro. Fuori dal territorio comunale banchetti in piazza Marconi a Campomorone e sulla piazza del municipio di Mele.

Insieme alla reticella i sostenitori riceveranno una colorata shopper realizzata con materiali riciclabili e una speciale guida con preziose informazioni sulla prevenzione e sui più importanti progressi raggiunti nello studio della relazione tra alimentazione e cancro. Per celebrare questo importante anniversario scendono in campo anche gli chef dei Jeunes Restaurateurs d’Italia con sette ricette per portare subito in tavola sette piatti firmati sani e gustosi.

I numeri della ricerca. Oltre 115 milioni di euro vengono oggi messi a disposizione della comunità scientifica italiana per garantire continuità al lavoro di 5.300 ricercatori, impegnati a trovare le migliori soluzioni per ogni tipo di tumore. L’investimento sostiene 533 progetti di ricerca, 114 borse di studio, 22 programmi speciali e lo sviluppo delle attività di Ifom, centro di eccellenza internazionale per lo studio dell’oncologia molecolare.

Per la Liguria sono stati deliberati oltre 2,8 milioni euro per il sostegno di 22 progetti di ricerca e una borsa di studio. Un risultato reso possibile anche grazie alle iniziative del Comitato Liguria Fondazione AIRC, presieduto da Lorenzo Anselmi, attivo dal 1981 per organizzare e promuovere ogni anno numerosi appuntamenti di raccolta fondi che si affiancano alle campagne nazionali di Airc.