Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rogo davanti alla gioielleria di via Giacometti: l’autore è l’uomo che l’aveva rapinata due mesi prima

Si tratta di un 32enne con piccoli precedenti. Riconosciuto dagli investigatori del commissariato di San Fruttuoso grazie alle telecamere

Più informazioni su

Genova. E’ stato identificato dagli investigatori del commissariato di San Fruttuoso guidato dal vice questore aggiunto Maria Teresa Canessa, l’autore dell’incendio doloso appiccato la mattina del 23 dicembre davanti alla gioielleria di via Giacometti. Si tratta di D.S, 32 anni, originario di Palermo e con piccoli precedenti. E’ stato riconosciuto grazie ai filmati delle telecamere della zona.

L’uomo era stato denunciato dai carabinieri come presunto responsabile di una rapina ai danni della gioielleria avvenuta a inizio ottobre. E per quel fatto una settimana fa l’uomo è stato arrestato su ordinanza di custodia cautelare del gip.

Prima di arrivare all’arresto però il 32 enne, forse per intimidire il gioielliere che aveva fornito una prima identificazione e proprio nel giorno in cui l’uomo si era recato in tribunale per testimoniare in incidente probatorio sulla rapina subita, aveva deciso di appiccare il fuoco davanti al negozio.

Dalle telecamere si vede chiaramente come D. S. si sia prima avvicinato per vedere se il negozio era chiuso, poi dopo una decina di minuti, l’uomo era tornato con una tanica di benzina e aveva appiccato l’incendio che per fortuna non ha causato grossi danni.

Oltre che di rapina il 32enne deve rispondere ora anche di incendio doloso aggravato. Il fascicolo è stato assegnato al sostituto procuratore Marcello Maresca