Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regionali, Rixi: “Basta progetti nazionali, Toti pensi alla Liguria”

Il deputato leghista richiama il governatore, che replica: "Siamo concentratissimi". E annuncia gli Stati generali della Liguria per il 22 febbraio

Genova. “In Liguria sì è governato bene, ma non si può dare nulla per scontato. Bisogna lavorare per il territorio, ascoltare le persone, avere l’umiltà di portare avanti una Regione che ha ancora problemi da risolvere e mi auguro che ci siano liste civiche a supporto del governatore e che si continui al lavoro di rilancio della nostra Regione”. Lo ha detto il deputato della Lega Edoardo Rixi commentando i risultati delle Regionali in Emilia Romagna, e rilanciando la corsa elettorale che vede protagonista la nostra regione in attesa dell’appuntamento con le urne della prossima primavera-estate.

Da tempo dico al governatore di occuparsi prevalentemente della Liguria e di pensare a una lista a sostegno del governatore più che a un progetto di carattere nazionale – ha sottolineato Rixi -. Oggi abbiamo bisogno di ridare voce ai liguri e le prossime regionali saranno un momento importante perché per la prima volta ci sarà l’occasione di una riconferma di una giunta di centrodestra”.

“Assicuro l’amico Rixi che siamo concentratissimi sulla Liguria – replica a breve giro Giovanni Toti – Ci prepariamo a correre per le prossime regionali con una coalizione ampia, proprio come auspicato anche stamani dal leader della Lega, Matteo Salvini – assicura il governatore- al fianco dei partiti tradizionali, infatti, ci saranno certamente una lista del presidente, che i sondaggi già oggi stimano sopra l’11%, e una lista di centro come quella degli amici di Liguria Popolare, ormai radicati su tutto il territorio regionale. Se altri avranno la volontà di unirsi a noi, le porte non sono aperte ma spalancate”.

Toti assicura, poi, Rixi sul fatto che non darà “mai nulla per scontato, anche quando i sondaggi premiano costantemente la nostra credibilità. Allo stesso tempo, non temiamo nessun avversario. Il 22 febbraio ci saranno ai Magazzini del Cotone di Genova gli Stati generali della Liguria, per chiedere a cittadini, imprese e corpi intermedi, le loro idee per altri cinque anni di buon governo. Un buon governo che, ci dispiace deludere i nostri avversari, non risente minimamente delle fisiologiche turbolenze elettorali di queste ore”. D’altronde, conclude, “in Liguria, il centrodestra non solo ha ben governato, tanto che l’amministrazione e il governatore risultano al terzo posto tra i più apprezzati nella classifica del ‘Sole 24 ore’, ma ha esteso costantemente i suoi confini, vincendo con tante liste civiche i principali Comuni e allargando il proprio perimetro anche ad amministrazioni ed esponenti politici provenienti da altre coalizioni”.