Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Non solo rumenta: sulla spiaggia di Punta Vagno anche siringhe, ferro e catrame fotogallery

Il gruppo di "The Black Bag" si allarga: alla pulizia domenicale trenta volontari tra cui una bimba di dieci anni

Genova. Qualche giorno fa vi abbiamo parlato dei ragazzi di “The Black Bag”, un gruppo spontaneo di giovani che vanno a caccia di rumenta sulle spiagge genovesi e puntano a creare una no-profit organizzata per pulire anche le strade e il verde intorno alla città. Ieri la quinta uscita sacchi neri alla mano per eliminare i rifiuti a Punta Vagno, una delle zone più sporche dopo le recenti mareggiate.

“Abbiamo raccolto e differenziato più di 45 sacchi di spazzatura – riferiscono i ragazzi del gruppo – di cui fanno parte una borsa rigida di vetro, uno pneumatico, una sdraio, siringhe, cartone, tessuti vari e tantissimo ferro di vario tipo. Ma anche sedimenti solidi di catrame, tanto tessuto, vetro e lattine di birre lasciate da chi vive il posto la notte”.

Tra i 30 presenti spicca Irene, la più piccola, “che a soli dieci anni pare già avere le idee molto chiare sul tema e che non può che renderci orgogliosi”.

Ancora da decidere il luogo della prossima pulizia. “Valutiamo in base al meteo dove si alza di più il mare e dove c’è possibilità che le onde portino a terra i rifiuti”, spiega Ludovica Squadrilli, una dei fondatori del team.