Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Corniglianese passa a Quarto e prova la fuga. Campo Ligure si prende il derby risultati

Vanno tutte ko le inseguitrici. Il Masone ringrazia i cugini di Campo Ligure e balza al quarto posto. Old Boys in grande spolvero

Nel 16° turno di campionato la Corniglianese allunga sulle dirette rivali per il primo posto approfittando dello stop di queste nei rispettivi impegni. I neroverdi invece non sbagliano contro l’Atletico Quarto e rafforzano la propria posizione. Gara non facile per i corniglianesi che comunque la sbloccano al 25° con Domi che scatta in profondità, difende bene la palla e fulmina Torre.

Al 35° ospiti vicini al raddoppio con un tiro al volo di Sanfilippo che colpisce la traversa uscendo sopra. Primo tempo che si chiude con il minimo vantaggio per gli ospiti. Nel secondo tempo la gara ristagna molto a metà campo con danno per lo spettacolo. Si arriva quindi ai minuti finali che sembrano consegnare la gara ad una minima vittoria, ma ancora Domi è bravo a timbrare nuovamente il cartellino chiudendo la gara al 94°. Sembra finita, invece l’Atletico reagisce e accorcia con Richelmi al 96°. Troppo tardi, però perché ormai la gara è segnata. 

Brutto ko per lo Sporting Ketzmaja che viene punito dal Masone il quale aggancia proprio i gialloneri a quota 28 punti e si rilancia in chiave promozione. Partita che inizia lenta e sonnecchia e si anima al 27° quando i valligiani conquistano un rigore, ma De Gregorio spedisce fuori. Tre minuti dopo, però l’attaccante biancoazzurro si riscatta trovando il varco giusto per “bucare” Bellinazzi. Nella ripresa lo Sporting non rientra con il coltello fra i denti come ci si attendeva e al 54° subisce il raddoppio dei locali con Galleti. 

Solo ora i gialloneri si scuotono e chiamano prima alla grande parata Bruzzone poi colpiscono un palo con Cagnetta. Dopo questa sfuriata lo Sporting, però non riesce più a trovare spazi e Marmorea prima, Rotunno poi sfruttano alla perfezione gli spazi lasciati dalla difesa ospite e chiudono con un clamoroso poker. Solo per la bandiera il gol di Cannas nei minuti di recupero.

Se Atene piange, Sparta non ride si dice. Infatti neanche il Mele riesce a fare punti e viene sconfitto dalla Genovese Boccadasse che prova a tornare in corsa per i playoff. Rete decisiva di Palladino al 42° dopo un primo tempo in equilibrio. La rete destabilizza il Mele che subisce il raddoppio di Cassata. Gialloblù che scivolano a -4 dal primo posto.

Vittoria pesante degli Old Boys Rensen nello scontro diretto con il Carignano. Arenzanesi in giornata di grazie e ispirati da un grande Paini che apre le marcature al 25° dopo una bella azione corale che si conclude con il tiro al volo dell’attaccante arancionero. Gli Old Boys vanno vicini poco dopo al bis con Testi che gira in porta su corner, palla che colpisce la traversa ed esce.

Si va nel secondo tempo e il Carignano prova a tornare in gara, ma si espone e allora Paini prima infila il gol del 2-0, poi al 73° serve un assist perfetto a Corino per il tris. Gara chiusa, ma i padroni di casa non hanno finito e ottengono un rigore che Moizo trasforma e al 90° Perasso con un tocco morbido batte Porcu per il 5-0 finale che vuol dire sorpasso in classifica.

Tempo di derby in valle Stura dove il Campo Ligure ospitava la Rossiglionese. Bianconeri per provare ad entrare fra le prime, campesi per alimentare le speranze di playoff. Primo tempo di marca ospite, ma i tentativi di Minetti e compagni vengono frustrati dalle parate di Macciò e da una difesa attenta. Nel secondo tempo il gol decisivo arriva su corner con la deviazione di Pisano che buca Fiore. Il risultato non cambierà più anche perché la Rossiglionese perde Stefano Scotto per un brutto fallo che gli costa l’espulsione. Finisce con i verdiblù che vendicano la gara di andata. 

Ci prova la Casellese con la Bolzanetese, ma alla fine i padroni di casa prevalgono. Va a segno Fravega al 25° e raddoppia al 47° Pastorino. Nella ripresa i cambi della Casellese danno i frutti e Piccardo accorcia al 70°, poi su calcio di rigore arriva la rete dell’esperto Ferrando che batte freddo e pareggia. Sembra poter arrivare un punto, ma ancora Fravega trova il varco e beffa all’83° i valligiani. Speranze ancora vive per la Bolzanetese, quasi del tutto sfumate per la Casellese che non ha ancora vinto dopo 16 turni.

Infine termina in parità Granarolo – Pontecarrega. Ospiti avanti al 53° con Donato, ma Fascetti trova il pareggio dalla panchina ad un quarto d’ora dalla fine. Punto importante per il Granarolo, mentre il Pontecarrega resta nel limbo di metà classifica.