Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Mele ferma lo Sporting Ketzmaja. Corniglianese nuovamente in vetta risultati

Lotta intensa per il primo posto. In coda vince il Granarolo che torna a sperare

Uno dei campionato più incerti ed appassionanti è senza dubbio il Girone D di Seconda categoria ligure. Nella 15^ giornata si è assistito ad un nuovo cambio della guardia. Il Mele infatti fa valere il fattore campo e supera lo Sporting Ketzmaja facendo perdere il primo posto ai gialloneri.  

In una partita molto equilibrata, le squadre giocano su ottimi ritmi e solo un episodio decide una gara il cui risultato più giusto forse sarebbe dovuto essere il pareggio. Apre le danze Carnovale che fa valere la propria esperienza ed al 48° infila la porta di Di Moro. L’attaccante ex Rossiglionese ha poi la possibilità di raddoppiare poco dopo, ma dopo avere praticamente scartato tutti, calcia a botta sicura trovando l’opposizione di un difensore sulla linea. Gol sbagliato, gol subito e al 65° Zarro pareggia i conti per lo Sporting. La gara sembra ormai chiusa quando l’arbitro al 93° fischia un rigore per il Mele. Dal dischetto va Sangineto che è freddo e porta i gialloblù al sorpasso per il secondo posto. 

In testa torna la Corniglianese che si impone sugli Old Boys Rensen. Apre Domi che al 5° è già letale di testa; al 18° trova la zampata in area per il raddoppio. Nel secondo tempo gli arenzanesi provano a reagire ed al 75° Testi riapre la contesa. In calcio di rigore di Martini spegne, però le speranze dei ponentini che devono arrendersi e restano nelle zone pericolose della classifica. 

Situazione sempre più difficile per la Casellese che incassa l’undicesimo ko della stagione. Con la Genovese Boccadasse succede tutto nel secondo tempo con Cassata che la sblocca al 51°. I valligiani non reagiscono e dieci minuti dopo Cerruti raddoppia. Casellese che si vede solo nel finale con la rete della bandiera di Argirò. 

Vittoria esterna per il Masone che inguaia il Carignano ora quart’ultimo. Rete in apertura di Galleti che porta in vantaggio i valligiani. Nella ripresa Canessa pareggia al 68°, ma Macciò rimette avanti i masonesi con la rete decisiva dieci minuti dopo. Carignano che appunto si trova in una difficile situazione di classifica anche visti i risultati delle rivali, soprattutto il Granarolo che espugna Campo Ligure grazie alla rete provvidenziale di Damiano al 20°. I biancorossi guadagnano una posizione proprio ai danni dei gialloblù e accorciano sull’Atletico Quarto che conserva comunque cinque punti sugli inseguitori.

I levantini cedono il passo alla Rossiglionese che ringrazia la zampata di Semino e mantiene il quarto posto. Bianconeri che comunque rischiano su almeno tre occasioni nitide dei gialloblù di Quarto soprattutto con Morini che a porta vuota non impatta. Ad un punto di distanza dai valligiani troviamo il Pontecarrega che supera una Bolzanetese in cerca di punti speranza. 

Biancorossi avanti al 28° con Zolezzi su calcio di rigore, ma il vantaggio dura appena 3’ perché un altro tiro da fermo, di Giacobone stavolta pareggia i conti. Locali che tuttavia riescono a replicare al 41° con Donato che trova la fortunosa deviazione di Bonora e manda fuori causa Giuli. Ancora una volta la Bolzanetese replica subito e al 43° su calcio di rigore pareggia con Fravega. Nel secondo tempo arriva il terzo gol del Pontecarrega ancora con Donato che al 67° batte nuovamente Giuli con una conclusione che stavolta non ha deviazioni.