Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fantasmi, demoni e streghe: la Genova del mistero su una mappa distribuita nei negozi del centro storico

Dedicata ai turisti ma anche agli stessi cittadini. Attraverso 27 tappe e una storia che le collega, quella di una musicista "dannata per amore"

Più informazioni su

Genova. Una mappa 3d interattiva del centro storico di Genova che racconta i misteri dei “caruggi” attraverso 27 tappe e una storia che le collega, quella di una giovane musicista che per aver osato innamorarsi di un nobile venne rinchiusa nelle segrete dell’abbazia di San Domenico, dove oggi sorge il teatro Carlo Felice.

Si chiama “Miti, leggende, Genova” la tour map stampata in 10mila copie che da fine gennaio saranno distribuite nei negozi dei civ e negli spazi di promozione turistica. E’ stata stampata in italiano e in inglese e attraverso il sistema dei QRcode permette ai turisti, e agli stessi genovesi, di scoprire tutti i segreti della “città del mistero”. Si potranno incontrare, ad esempio, la dama mascherata che vaga di notte con un fagotto tra le braccia, forse il figlioletto nato da una relazione peccaminosa, o la vecchina fantasma di vico Librai che chiede ai passanti notizie della sua casa abbattuta negli anni Settanta, o ancora si potrà sentire il “soffio del diavolo” in salita dell’Arcivescovado, e così via.

Alla conferenza stampa di presentazione a palazzo Tursi oltre all’assessore comunale al Commercio Paola Bordilli, quella al Turismo Laura Gaggero, la consigliera delegata ai municipi Lilli Lauro e al presidente del municipio Centro Est Andrea Carratù, molti rappresentanti dei centri integrati di via e delle associazioni di quartiere. “Uno degli aspetti positivi di questo progetto è che unisce il tessuto commerciale con la storia e la cultura della città” dice l’assessore Laura Gaggero. “Ed è solo un primo passo – aggiunge Paola Bordilli – stiamo lavorando in modo da creare una vera e propria mistery week e affinché il concetto del ‘ghost tour’ diventi un marchio distintivo del turismo a Genova”.

La tradizione del “turismo del mistero” nel capoluogo ligure esiste da oltre 20 anni. Il circolo culturale fondazione Amon realizza con il patrocinio e il supporto tecnico e logistico del Comune di Genova un ‘ghost tour’ che porta alla scoperta di Genova nascosta. In genere esso si svolge due volte l’anno, il 31 ottobre e alla vigilia di San Giovanni come preludio al falò tra il 23 e il 24 giugno.