Doni ai piccoli degenti del Gaslini per la "Befana del soldato" - Genova 24
Tradizione

Doni ai piccoli degenti del Gaslini per la “Befana del soldato” fotogallery

Alpini, bersaglieri, paracadutisti, cavalieri, genieri, trasmettitori, hanno visitato i reparti della struttura ospedaliera e incontrato, nello stupore generale, i bambini ricoverati

L'esercito dona giochi e dolciumi ai piccoli pazienti del Gaslini di Genova

Genova. Per l’ottavo anno consecutivo il comando militare esercito della Liguria, ha festeggiato l’Epifania insieme ai i piccoli degenti dell’ospedale pediatrico Giannina Gaslini.

Per la ormai tradizionale “Befana del soldato” il comandante del Cme Liguria colonnello Gianfranco Francescon, accompagnato dal personale sanitario dell’Istituto e da alcuni rappresentanti delle armi e specialità dell’esercito con i loro tradizionali copricapi (alpini, bersaglieri, paracadutisti, cavalieri, genieri, trasmettitori…), hanno visitato i reparti della struttura ospedaliera e incontrato, nello stupore generale, i bambini ricoverati, portando loro alcuni doni in occasione della sentita festa, cercando così di vivacizzare le corsie dell’ospedale con un sorriso e attenuare, almeno in parte, i disagi di un ricovero trascorso durante le festività. Anche questo un modo per rendere tangibile il motto dell’Esercito #dipiùinsieme #noicisiamosempre.

La consegna di giocattoli, dolciumi e delle tradizionali “calze della befana”, sempre graditissime, è resa possibile, ogni anno, grazie alla raccolta fondi promossa dalle socie del circolo unificato dell’Esercito, le “Lalle” del Cue, termine dialettale genovese con il quale si usavano indicare delle premurose e affettuose zie.