Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cori in Sampdoria-Milan, Toti: “La partita si doveva fermare, vogliamo subito scuse”

Il governatore: "Questi non sono tifosi, soltanto idioti"

Più informazioni su

Genova. “La partita Milan-Sampdoria si doveva fermare per gli squallidi cori fatti da persone che non possono definirsi tifosi ma soltanto idioti!”. È il duro commento su Facebook del governatore della Liguria Giovanni Toti sui presunti cori intonati da ultrà rossoneri a San Siro, “Genova puzza di pesce, avete il ponte crollato”, che hanno scatenato l’indignazione dei blucerchiati e non solo sui social.

Al momento non risultano pubblicati video o registrazioni che inchiodino gli autori del fatto. Anche per questo le due società hanno mantenuto il silenzio sulla vicenda, riportata invece stamani sui quotidiani, mentre il giudice sportivo nel consueto comunicato del martedì non ha menzionato l’episodio, infliggendo invece sanzioni ad altre società per cori razzisti e ingiuriosi.

“Chiediamo subito un intervento della Lega Serie A – attacca Toti – Le 43 vittime del crollo di Ponte Morandi e le loro famiglie meritano rispetto, i genovesi meritano rispetto, tutta Genova merita rispetto perché ha dimostrato e sta dimostrando al mondo il suo valore, di cui ogni italiano dovrebbe andare fiero. Tutta Italia deve tifare per noi, non contro! È una brutta pagina del calcio che non ci piace e non ci rappresenta. Subito scuse!”.

Indignazione è stata espressa oggi anche dal comitato dei parenti delle vittime del ponte Morandi.