Futuro

Carige, l’assessore Benveduti: “Liguria senza peso nella nuova banca”

Dopo la presentazione delle due liste di candidati per il cda

Generica

Genova. “Per la prima volta nella sua storia nel cda della banca non figura alcun ligure. Nei mesi scorsi abbiamo sottolineato più volte l’importanza di avere una banca del territorio, gestita in maniera sana e trasparente, che rappresentasse un volano di sviluppo per le imprese e di vicinanza per le famiglie”.

Lo scrive l’assessore ligure allo sviluppo economico, Andrea Benveduti, commentando le liste dei candidati al cda depositate ieri dal Fondo interbancario e da Cassa Centrale Banca, i due maggiori azionisti dopo il riassetto dell’istituto.

“Ora ci aspettiamo che, pur mancando concittadini ai vertici, vengano comunque perseguiti tali obiettivi di “banca del territorio” che Carige ha sempre incarnato, senza derive di pura logica speculativa, che non farebbero altro che impoverire ulteriormente il nostro tessuto economico e pregiudicare l’occupazione”, continua l’assessore.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Il commento
Carige, Toti: “Miope non mettere alcun ligure nel cda della banca”
banca carige
Progressi
Carige, anche Fitch migliora il rating della banca: l’outlook torna a “stabile”