Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borzoli da record. Ripartono San Cipriano e Riese risultati fotogallery

Vince anche la Ruentes che si conferma al terzo posto. Movimenti di classifica per la salvezza

È un Borzoli che fa la storia quello che ha conquistato la 15^ vittoria in altrettante gare di Prima categoria Girone C. Dopo essersi aggiudicati il big match con il San Cipriano (vittorioso anch’esso) i gialloblù hanno superato anche il Prato. Subito in gol con Colella che al 5° l’ha già sbloccata. Partita sempre viva comunque che gli ospiti faticano a gestire e solo al 90° arriva la doppietta di Colella nonostante il Borzoli abbia disputato oltre venti minuti con un uomo in meno per il doppio giallo a Puggioni.

Cinque punti dietro c’è il San Cipriano che non molla e conserva comunque qualcosa come dieci punti sulla terza vincendo in trasferta sul Progetto Atletico. Rete quasi immediata di Mattiucci che viene servito a due passi dalla porta e al 6° non sbaglia. Vantaggio che viene impattato pochi minuti più tardi dal colpo di testa di Paparella, ma anche questa situazione di risultato cambia presto visto che al 25° Lipani prende palla in area e risolve una mischia con la rete che riporta in vantaggio i valligiani. Nel secondo tempo il Progetto spreca un calcio di rigore con Fiorentino che tira malissimo e Alesso para facilmente. Il San Cipriano quindi la chiude al 92° con Bottino che colpisce in contropiede e firma il definitivo 1-3.

Tre punti anche per la Ruentes che continua a sperare in un passo falso del San Cipriano per tenere viva la speranza playoff. Contro la Nuova Oregina arriva un secco 3-0 che si concretizza a partire dal gol lampo di Privino su calcio di rigore già al 2°.  Il raddoppio bianconero arriva ad inizio secondo tempo con Lalli. Il doppio vantaggio consente alla Ruentes di gestire senza problemi la gara fino alla fine quando prima De Camilli lascia l’Oregina in dieci, poi Vezzoli cala il tris conclusivo.

Grande giornata per la Riese che sembra avere dimenticato il pessimo finale di 2019 con la goleada subita dalla Campese, ripartendo e rilanciandosi con un poker al Borgoratti. I chiavaresi partono malissimo subendo due reti che sembrano poter rievocare i fantasmi di Campo Ligure. Pecoraro al 21° e Marcelli dieci minuti dopo illudono il Borgoratti.

La reazione dei biancoazzurri è pronta e al 35° Vargiu accorcia. In avvio di ripresa grande azione personale di Pellegrino che salta anche il portiere e deposita la sfera in fondo al sacco. La Riese spinge sull’acceleratore e il Borgoratti non sembra poter reagire. Al 52° Vargiu colpisce in pieno l’incrocio dei pali. È il preludio per il ribaltone che arriva al 59° con Cappelli che in diagonale fredda Cellerino e firma il 3-2. Borgoratti in confusione e Riese furiosa che alla fine trova il poker ancora con Cappelli per il 4-2 finale che sembrava impossibile dopo mezzora di gara.

Vittoria pesante per il Cogoleto che espugna Pontedecimo in una partita non semplice. Cogoleto in vantaggio al 9° con Bellini di testa. Alla mezzora Micalizzi pareggia i conti, ma nel secondo tempo arriva la zampata di Federici che consegna tre punti fondamentali perché consentono ai giallorossoazzurri di abbandonare l’ultimo posto. Perde infatti la Calvarese nello scontro diretto con il San Bernardino che si gode la doppietta di Furnò arrivata nel secondo tempo.

Sempre in chiave salvezza è vitale anche la vittoria larga della Vecchiaudace Campomorone sulla Campese reduce dalla grande vittoria sulla Riese. Gara a senso unico che si apre con la traversa colpita da Bardi, ma è un fuoco di paglia perché al 5° Seminara la sblocca. Al 20° Rosati firma il raddoppio e poi due volte Re chiude i conti con il poker. Solo per le statistiche il gol di Nicolò Pastorino nel finale di partita. 

Dopo una lunga serie negativa (ben 5 gare) la Sampierdarenese torna a fare punti pareggiando con il Fegino una partita che si concentra praticamente nel primo tempo. Padroni di casa che vanno avanti al 7° con Becci su rigore. Beventi la pareggia al 16° e poi Taravella al 30° infila il gol della rimonta. Quando Lebole viene espulso poco dopo, per il Fegino sembra una salita troppo ripida, invece i locali si guadagnano un rigore che Becciu trasforma evitando il ko. Non riesce più a pungere poi la Sampierdarenese che non fa una grande partita, ma muove la propria classifica.