Autista Amt preso a pugni in faccia a Certosa, il sindacato Orsa: "Servono telecamere sui bus" - Genova 24
Le richieste

Autista Amt preso a pugni in faccia a Certosa, il sindacato Orsa: “Servono telecamere sui bus”

Autobus Amt Bus Amt

Genova. Dopo l’ennesima aggressione su un bus di Amt con l’autista che ieri è stato colpito da un pugno in pieno volto, anche il sindacato Orsa interviene sul tema della sicurezza.
“Orsa da sempre chiede videosorveglianza (il sistema Leonardo non è ancora in funzione) sui bus e da tempo ha chiesto un incontro a Questura e Prefettura – scrive il sindacato – rinnoviamo le nostre istanze e speriamo che quanto prima azienda e istituzioni ci aiutino seriamente a prevenire i fatti violenti a danno di lavoratori e utenti a bordo dei bus”.

“Le aggressioni subite dagli operatori d’esercizio durante il turno di lavoro – ribadisce l’Orsa – devono essere perseguite come aggressioni a pubblico ufficiale.
Invitiamo ancora una volta le istituzioni a provvedere alla tutela del personale Amt esposto ogni giorno a rischi”.

Più informazioni
leggi anche
Autobus Amt Bus Amt
Ennesima
Certosa, aggressione su un bus Amt: pugni in faccia all’autista, ferito anche un anziano