Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Arrestato il rapinatore della gioielleria di via Giacometti: potrebbe essere il responsabile anche del rogo del 23 dicembre

L'incendio era stato appiccato il 23 dicembre dopo il riconoscimento dell'autore della rapina di ottobre

Genova. Armato di coltello, all’inizio di ottobre, aveva rapinato la gioielleria di via Giacometti a San Fruttuoso. Aveva portato via gioielli, poco denaro e si era fatto consegnare il registratore di cassa. Sul posto erano arrivati i carabinieri della Stazione di San Fruttuoso insieme ai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Ge-San Martino.

Al termine dell’indagine l’uomo, D. S., palermitano di 32 anni, era stato denunciato per rapina.

All’identificazione aveva contribuito la testimonianza del titolare della gioielleria. Il giorno successivo, il 23 dicembre, proprio davanti alla gioelleria uno sconosciuto aveva appiccato il fuoco, fortunatamente senza grossi danni. L’indagine in questo caso è della squadra mobile di Genova.

Nel giorni scorsi per il rapinatore è arrivato un ordine di carcerazione da parte del gip di Genova, per cui il 32 enne è stato arrestato e portato nel carcere di Marassi. Adesso polizia e carabinieri faranno un confronto per capire se si tratta effettivamente della stessa persona.