Quantcast
La vertenza

Arcelor Mittal, tavolo il 17 gennaio: a Cornigliano sospeso lo sciopero deciso per lunedì

Resta lo stato di agitazione. Se l'integrativo non sarà garantito in attesa del nuovo accordo lunedì 20 a Genova sarà sciopero

Sciopero Ilva 6 novembre

Genova. Lo stato di agitazione rimane nello stabilimento Arcelor Mittal di Genova Cornigliano ma le forme di lotta vengono al momento sospese in attesa dell’esito dell’incontro che si terrà a Roma venerdì 17 gennaio tra l’azienda e i coordinatori nazionali di Fiom, Fim e Uilm. Lo hanno deciso sindacati ed rsu dopo la convocazione arrivata questa mattina dall’azienda.

“A Genova avevamo già deciso uno sciopero per lunedì mattina che a questo punto sospendiamo – spiega il segretario genovese della Fiom Bruno Manganaro ma è chiaro che se non avremo risposte chiare dall’azienda lunedì 20 gennaio a Genova sarà sciopero”.

Lo stato di agitazione a Genova era stato indetto dopo che Arcelor Mittal ha comunicato l’azzeramento di fatto del contratto integrativo a partire dal 31 dicembre in attesa di una nuova contrattazione: “Per noi la questione è semplice: fino a che non verrà ridiscusso tutto a un nuovo tavolo valgono gli accordi precedenti, non ci stiamo a far perdere salario ai lavoratori mentre è in contro fra l’altro una trattativa tra azienda e Governo da cui siamo tenuti fuori” chiarisce Manganaro.

Intanto le segreterie genovesi di Fiom, Fim e Uilm hanno inviato una richiesta di incontro urgente a società per Cornigliano che finanzia i lavori di pubblica utilità per lavoratori che sono rimasti sotto Ilva in amministrazione straordinaria: “Il Governo ha fatto il solito pasticcio – spiega ancora il segretario genovese della Fiom – e nel Milleproroghe non ha rifinanziato la maggiorazione della cassa integrazione per i lavoratori Ilva è al 70% mentre da gennaio è scesa al 60%. A Genova a questo punto per garantire il reddito dei 280 lavoratori genovesi “chiederemo a società per Cornigliano di aumentare le ore di lavori di pubblica utilità ma è necessario il via libera del sindaco. Ci auguriamo che almeno su questo non ci siano problemi”.

Più informazioni
leggi anche
ilva
Rabbia
Arcelor Mittal azzera l’integrativo aziendale: Genova pronta allo sciopero
Sciopero Ilva 6 novembre
Il commento
Pre-intesa tra Governo e Arcelor Mittal, la Fiom: “Non berremo il loro calice amaro”
Generica
Acciaio
Arcelor Mittal, passo indietro dell’azienda: “Integrativi validi fino al nuovo accordo”
Generica
Confronto informale
Ilva, l’ad Lucia Morselli al segretario della Fiom Manganaro: “Non vogliamo lasciare l’Italia”