Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Thiago Motta: “Per stasera va bene così. Dobbiamo migliorare sul movimento senza palla”

Il mister si attende anche più cattiveria per arrivare al gol

Genova. “Si soffre sempre nel calcio, non è mai facile vincere, anche se sembra qualcosa di già fatto. Abbiamo dominato la partita e in un momento non facile siamo rimasti insieme, lucidi, per stasera va bene così”.

Thiago Motta commenta il passaggio del turno del suo Genoa a spese dell’Ascoli: “Ho visto un primo tempo dominato senza creare pericoli, nel secondo tempo è andata un po’ meglio. Possiamo certamente fare di più. Ci sono tanti punti positivi da portare avanti e altri dove dobbiamo migliorare”. Non parla di tattica, come al solito, perché la ritiene non l’aspetto principale del calcio, ma fa capire che il Genoa dovrebbe fare più attenzione al movimento senza palla: “Sono cose che noi possiamo fare meglio e dobbiamo fare meglio. In alcuni momenti l’abbiamo fatto, non nei 90 minuti. Anche se non si può andare a mille per tutta la partita. Certo è che dobbiamo essere più cattivi per arrivare in area e fare gol”.

Qualche parola sui singoli: “Pinamonti può fare il centravanti, non solo per il gol. I numeri nove sono giocatori che devono andare in area, pressare e difendere come gli altri, uscire in mezzo dai difensori e fare sponda, dare profondità”. Di Criscito elogia il carattere e l’esperienza: “Importante che abbia segnato rimettendo la partita in equilibrio, la testa è una delle cose più importanti nel calcio, lui ha grande esperienza e ha fatto una carriera enorme. Mi aspetto tantissimo da lui. Non dico che a Ferrara ha fatto una partita alla grande, ma non era facile entrare dopo l’infortunio in un ruolo diverso da quello a cui era abituato”.

Thiago Motta commenta anche l’esordio dei primavera Cleonise e Rovella: “Il primo può fare meglio di quello che ha fatto stasera. Rovella l’avevo visto molto poco, poi l’abbiamo portato agli allenamenti e si vede la qualità che ha”.

Su alcune esclusioni eccellenti, come Schone, sottolinea: “Non devo dare segnali a nessuno, ho schierato quei giocatori di cui avevo bisogno stasera, abbiamo una rosa ampia con elementi di qualità. Altri sono rimasti fuori. Per la partita col Lecce sceglierò quelli che considero i migliori per scendere in campo”.