Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Taekwondo, Brigida Bernardi è d’argento ai campionati italiani assoluti

Classe 2002, è giunta seconda nella categoria al limite dei 46 kg

Genova. Ha solo 17 anni, ma è riuscita a salire sul secondo gradino del podio più importante d’Italia. A Casoria, in Campania, si sono ritrovati oltre cinquecento atleti provenienti da tutta Italia, sotto gli occhi del direttore tecnico azzurro Claudio Nolano e del presidente federale Angelo Cito.

Brigida Bernardi, classe 2002, alla sua prima partecipazione ad un campionato nazionale, ha sorpreso tutti vincendo tre incontri nella categoria al limite dei 46 kg e arrendendosi solo in finale alla fortissima romana Sofia Zampetti, atleta azzurra al suo ottavo titolo consecutivo.

La genovese, in forza allo Sport Village, vanta già un bronzo agli Italiani Under 18, ma al palasport di Casoria, per l’occasione intitolato al grande maestro Domenico D’Alise recentemente scomparso, è andata oltre le più rosee aspettative, regalandosi una giornata quasi perfetta.

Brigida ha infatti agevolmente superato gli ottavi con il punteggio di 17 a 10 ai danni della pugliese Maria Campana, ripetendosi ai quarti di finale, dove ha inflitto un netto 18 a 6 alla campana Serena Iebba. Molto tirata, invece, la semifinale con la laziale Francesca Cozzolino che, solo sei mesi fa, aveva sconfitto la genovese in Coppa Italia tra le Under 18. L’incontro tra le due atlete più giovani della categoria è stato tirato e spettacolare e Brigida, in svantaggio per quasi tutto il match, ha saputo rimontare nei secondi finali, vincendo con il punteggio di 18 a 17.

Niente da fare, invece, in finale, dove la romana Sofia Zampetti ha agevolmente vinto il suo ottavo titolo tricolore consecutivo. Resta la soddisfazione per aver raggiunto un risultato così importante alla prima partecipazione e da atleta ancora minorenne.

Sono soddisfatta e felice per quello che ho ottenuto, non mi aspettavo di arrivare così in alto al primo tentativo – dichiara Brigida -. Dedico questa medaglia alla mia famiglia, oggi ho vissuto una giornata quasi perfetta, restando concentrata e determinata per tutti i combattimenti. In finale la mia avversaria è stata più forte di me e a lei vanno i miei complimenti, ma da domani tornerò ad allenarmi agli ordini del maestro Alexis Hernandez per prepararmi ai prossimi obiettivi, a partire dai campionati cinture nere a categorie olimpiche di fine marzo. Chissà che non riesca a prendermi la mia rivincita”.

Soddisfatta anche il presidente del Comitato regionale taekwondo Laura Toma: “Complimenti a Brigida che ha dimostrato, ancora una volta, come nello sport il valore prescinda dall’età, raggiungendo un importante traguardo contro avversarie più grandi di lei. Se continuerà a lavorare sodo, sono sicura che saprà togliersi grandi soddisfazioni anche in futuro”.

Si sono fermati prima del podio gli altri liguri in gara: Vaghini (quinto classificato), Campanella, Monticelli, Panoiu D’Agostino, Manca, Ciarlo, Ghiotto, Garibaldi e Fossa.

 Brigida Bernardi

Brigida Bernardi con il maestro Alexis Hernandez, Roberto Panoiu e Moreno Monticelli