Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sviluppo e prospettive della contrattazione nel settore artigiano, il convegno a Genova

Più informazioni su

Genova. Si è svolta questa mattina presso l’NH Hotel a Genova, la tavola rotonda organizzata da Fondazione Giuseppe Di Vittorio, Fondartigianato e Cgil Liguria dal titolo “Sviluppo e prospettive di una contrattazione inclusiva nell’Artigianato”.

L’evento si colloca nel progetto “ST.ART. – STrategie di inclusione nell’ARTigianato”, all’interno delle azioni propedeutiche di Fondartigianato e rappresenta la naturale prosecuzione dei progetti Futur.Art., Bi.C., FOR.SI. e Lab.Art. che la CGIL, in collaborazione con la Fondazione Di Vittorio, ha condotto a partire dal 2012.

Le attività previste sono finalizzate a valorizzare il patrimonio di esperienze e di buone pratiche che in diverse regioni hanno contribuito a rendere l’artigianato uno dei fattori principali dello sviluppo economico e delle politiche del lavoro.

L’obiettivo dell’incontro odierno è stato quello di focalizzare lo stato dell’arte nella contrattazione di secondo livello su base nazionale. A partire dai principali modelli e dalle esperienze contrattuali nel contesto artigiano nazionale, la discussione ha colto le opportunità per imprese e lavoratori in termini di fruizione delle prestazioni promuovendone nel contempo le potenzialità.​ Attraverso i contributi alla tavola rotonda dei principali soggetti del settore, istituzioni, imprese e sindacato, sono state tracciate le opportunità di crescita per un settore che solo in Liguria è rappresentato da circa 10 mila imprese di cui quasi la metà (4.800) iscritte all’Eblig, l’ente bilaterale regionale dell’artigianato costituito da Confartigianato, Cna e Cgil, Cisl, Uil.

L’idea è quella di sviluppare buone pratiche nel comparto a tutela di aziende e lavoratori attraverso le opportunità promosse dalla contrattazione di secondo livello che viene effettuata tra le parti sul territorio. Se da un lato occorre ampliare le misure a tutela di lavoratrici e lavoratori attraverso diritti contrattuali, dall’altro è necessario tutelare anche chi fa buona impresa a scapito di quelle aziende che applicano contratti pirata o che evadono il fisco.

Per mettere a confronto le varie esperienze, competenze e necessità dei diversi soggetti interessati, è stata organizzata la tavola rotonda di oggi partecipata dal Segretario generale Federico Vesigna alla quale sono stati invitati, tra gli altri, l’Assessore​ regionale al Lavoro Gianni Berrino, il Direttore dell’Inps Liguria Paolo Sardi, la Presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Genova Luisella Dellepiane.

Ha presieduto l’evento Claudio Sala, Responsabile Coordinamento Nazionale Artigianato Cgil; l’introduzione è stata affidata a Fabio Marante Segretario Cgil Liguria,mentre le conclusioni a Ivana Galli Segretaria Cgil Nazionale.